Notizie flash

Storia dell'Arte della Cartapesta

Unico nel suo genere è disponibile finalmente un testo completo sulla Storia dell'arte della Cartapesta.

L'importanza e la ricchezza di questo libro sono dovute all’impegno dell’autore a trattare un argomento quanto mai interessante, ma forse non conosciuto abbastanza anche se è nota la rilevanza della cartapesta nell’ambito della storia dell’arte e delle arti applicate

Home Architettura Articoli pubblicati Casa Castellana in via Balbi Porta
Architettura
Casa Castellana in via Balbi Porta Stampa E-mail
Architettura - Articoli pubblicati
Scritto da A.B. Caldini   

cover_iter_19

Fonte: Antonella B. Caldini, Beni culturali sul territorio (I parte). La Casa Castellana di Via Balbi Porta n.38 ad Alice Bel Colle (Al), «Iter», Trimestrale di ricerche, fonti e immagini per un territorio, n. 19 anno V/numero III, 2009, pp. 78-85. Vai al Progetto di restauro

cover_pr52_small Fonte: Antonella B. Caldini, Gianfranco Martino, "Storia e tradizione ad Alice Bel Colle (Al): la Casa Castellana di Via Balbi Porta", «Progetto Restauro» Trimestrale per la Tutela dei Beni Culturali, n.52, 2009, pp. 2-9.

Nei numeri precedenti abbiamo descritto le tre fasi in cui si articola un progetto di restauro, in questo e nel prossimo articolo cercheremo di focalizzare l’attenzione su alcuni beni culturali presenti sul territorio ed in particolare su due Case Castellane che si trovano nella vicina Alice Bel Colle, entrambe sottoposte alle disposizioni di tutela del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, Decreto Legislativo 42/20041.
Nel centro storico di Alice Bel Colle sono ancora conservate due storiche dimore castellane che testimoniano la presenza in paese di facoltosi committenti appartenenti a nobili famiglie locali. La prima delle due case si trova lungo Via Balbi Porta, ai piedi dell’antica cinta muraria realizzata a difesa del primo insediamento abitativo. Una prima individuazione storica  dell’abitazione è rintracciabile sulla Copia di Tipo - Piano Regolare di Alice realizzata nel 1782 dal geometra Biorci per ordine della Regia Intendenza diAcqui. 

casa_alice_01

In questa planimetria, oltre alla rappresentazione di quello che doveva essere l’antico castello di Alice, è disegnato un grosso fabbricato individuato come casa civile del Conte di Castel Rocchero (fig. 1) che coincide per dimensioni ed ubicazione all’intero fabbricato su Via Balbi Porta è però presumibile, almeno stando a quelle che sono le indicazioni dello storico alicese Francesco Ghiglia, che l’edificio sia antecedente l’anno 1782. Lo storico alicese sostiene, infatti, che il palazzo appartenne in origine ai Marchesi di Occimiano, signori originari di Alice in età basso medievale, dai quali passò nel Cinquecento ai Conti San Giorgio di Biandrate;

da questi sarebbe passato intorno al 1780 ai Beltrambi4, che il Ghiglia chiama erroneamente Beltrami, Conti di Castel Rocchero e da questi, infine, agli eredi Conti Mola di Larissè che ne furono proprietari fino al 1846 ca..

 lente Vai al Progetto di restauro

 
Nel sito vorrei trovare maggiori info su
 

Novità

manoscritto_17c.jpg

Visite

mod_vvisit_counterOggi159
mod_vvisit_counterIeri1796
mod_vvisit_counterQuesta settim.159
mod_vvisit_counterSettim. Preced.11800
mod_vvisit_counterQuesto Mese29671
mod_vvisit_counterMese Preced.49780
mod_vvisit_counterTotale visite6347310

Online : 24
Today: Ago 19, 2019

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, www.inforestauro.org e i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information