Google new 2018

Home Arredi ecclesiastici Credenza da sagrestia
Arredi ecclesiastici
Credenza da sagrestia Stampa E-mail
Restauro del Mobile - Arredi ecclesiastici
Scritto da Administrator   
Indice
Credenza da sagrestia
Restauro (parte seconda)
Restauro (parte terza)

appartenente agli arredi della Chiesa dei Ss. Pietro e Paolo di Anzola dell'Emilia

 

Il Mobile fa parte dell'arredamento della sagrestia della Chiesa dei Ss. Pietro e Paolo di Anzola dell'Emilia.

Da una scheda d' archivio si legge la seguente annotazione:

 
"secolo XVIII - legno di noce - base alt. m. 1,03 x largh. m. 2,55 x prof. m. 0,67  alzata alt. m. 0,38 x largh. m. 2,58 x prof. m. 0,20  Stato di conservazione: mediocre.

Descrizione: la base poggia su zoccoli lisci - ha 4 sportelli anteriori con specchiature rilevate a contorno mistilineo e doppia cornice - ha 2 cassetti, piano aggettante il mobile ha 4 specchiature a cornice mistilinea, sormontate da mensola aggettante"

 


La Credenza  prima del restauro

 

Per completare  la descrizione, si può aggiungere qualche particolare relativo alla tecnica di costruzione del mobile.
Il piano √® costituito da un unica trave in noce massello dello spessore di circa 5 cm. Sul piano, √® sistemata la piccola alzata che √® inchiodata nello spessore posteriore del piano stesso. L alzata √® costituita da un¬† pannello in noce massello sulla cui parte frontale sono riportate, con le dovute proporzioni, le specchiature presenti sulle ante e sui fianchi. La parte superiore dell'alzata si completata con una mensola contornata da una cornice mistilinea. Il piano e l'alzata, costituiscono quindi corpo unico e sono semplicemente appoggiati sul resto del mobile sullo spessore dei fianchi e schiena. Nella parte inferiore del piano, sono poi presenti due grossi righetti laterali ed un centrale che formano un ulteriore appoggio per rendere pi√Ļ solidali le due parti.
 

La Credenza  dopo il  restauro

 

Nel sottopiano, sono presenti due cassetti. Il frontalino dei due cassetti e in massello di noce, mentre i fianchi e fondo sono in pioppo Il cassetto di sinistra è provvisto di un divisorio che razionalizza gli spazi,  mentre quello di destra ha un unico spazio non suddiviso.

La parte bassa della credenza, è chiusa da due coppie di ante che sono realizzate completamente in noce. Sul fronte delle ante sono presenti le classiche specchiature a bugne bolognese.

Le ante fanno battuta in basso su parte dello spessore del piano che costituisce il fondo del mobile e in alto , su parte di una fascia rifinita frontalmente da una piccola modanatura semplice. Tale fascia copre tutto il perimetro interno del mobile e forma parte della struttura portante del mobile.

 

Il vano di sinistra chiuso dalle ante il vano di destra

 

Il vano di sinistra è suddiviso orizzontalmente da un ripiano in pioppo che poi prosegue anche nel vano di destra, fissandosi ai due fianchi tramite incastro. Tale ripiano costituisce, assieme al fondo parte della struttura portante del mobile. Inoltre, l'interno del vano di sinistra a circa 2/3 del ripiano, è stata realizzata un ulteriore suddivisione verticale formando quindi 3 vani separati. La parte di destra racchiude 4 cassetti completamente in pioppo.

 

La Schiena è costituita da una serie di tavola affiancate verticalmente e inchiodate sullo spessore dei fianchi, dell'asse in pioppo del fondo, di quella posta in mezzo e sullo spessore della fascia. I chiodi conficcati nello spessore della fascia, fermano anche la semplice modanatura che ricopre fianchi e fronte appena sotto i cassetti.

Infine una importante cornice mistilinea completa la parte bassa del fronte e dei fianchi. Il mobile poggia su due supporti a mensola.

Particolare della schiena durante la fase di restauro  

 

 



 

Visite

mod_vvisit_counterOggi8
mod_vvisit_counterIeri1833
mod_vvisit_counterQuesta settim.5731
mod_vvisit_counterSettim. Preced.16266
mod_vvisit_counterQuesto Mese40369
mod_vvisit_counterMese Preced.55048
mod_vvisit_counterTotale visite6518550

Online : 12
Today: Nov 21, 2019

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, www.inforestauro.org e i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information