Cassettone con specchiera

Condizioni Iniziali

Questo cassettone è stato recuperato in una cantina di una casa di campagna. La foto mostra abbastanza bene lo stato precario e di abbandono in cui si trovava il mobile quando mi è stato portato. 


E’ un comò impiallacciato in noce. Un intarsio fatto in impiallacciatura impreziosisce fianchi e cassetti. Nei cassetti, l’intarsio fa da cornice ad una specchiatura in radica.

Una fase del restauro
Si nota il particolare della sede delle cerniere che reggevano due ante a chiusura dei cassetti

Due sono le particolarità di questo comò: ha sei piedi e  originariamente dovevano essere presenti due sportellini che chiudevano i cassetti. Osservando bene, si notano sui montanti anteriori gli scassi per le cerniere.

Intervento Eseguito

Intervento sulla struttura:Sono stati rifatti completamente i registri e le guide dei cassetti. Si è intervenuto sulla impiallacciatura riparando le parti dove questa mancava. Poiché le ante anteriori  sono andate perse, ho pensato di non ricostruirle chiudendo con tasselli le asole dove erano alloggiate le cerniere.
Ho dovuto adattare un piede mancante utilizzandone uno simile appartenente ad un altro pezzo dello stesso arredamento che è andato perduto. Di questo a me è stato portato solo il piede e il frontale di un cassetto : quest’ultimo mi è tornato utile per recuperare l’impiallacciatura usata per le reintegrazioni.

Intervento antitarlo: Per  oltre 25 giorni ho tenuto tutto il mobile sotto antitarlo in una camera a gas fatta di un involucro di fogli di nylon sigillati accuratamente con nastro adesivo.


Restauro terminato
Il Comò a fine restauro

Intervento sulle rifiniture: Al termine si sono tolte le fasce e si è proceduto ad eseguire le  operazioni di finitura.  Ho lucidato poi il comò a gommalacca con il metodo a stoppino (o tampone). Le maniglie sono state acquistate da un rigattiere in una foggia che  meglio si poteva adattare allo stile. Le decorazioni metalliche presenti sui piedi e sulla specchiera sono originali.


0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »