Codici di rischio e consigli

Le frasi R

Sono chiamate frasi R (frasi di rischio) alcune frasi convenzionali che descrivono i rischi per la salute umana, animale ed ambientale connessi alla manipolazione di sostanze chimiche.


Sono frasi codificate dall’Unione Europea nella direttiva 88/379/CEE, sostituita dalla direttiva 1999/45/CEE, a sua volta modificata dalla direttiva 2001/60/CEE. La normativa prevedeva che ogni confezione di prodotto chimico recasse sulla propria etichetta le Frasi R e le Frasi S corrispondenti al prodotto chimico ivi contenuto. In seguito la direttiva 1999/45/CEE è stata abrogata dal Regolamento (CE) n°1272/2008, che sostituisce le frasi R con le Frasi H. Ad ogni frase è associato un codice univoco composto dalla lettera R seguita da un numero. Ad ogni codice corrispondono le diverse traduzioni della frase in ogni lingua ufficiale dell’Unione Europea. Le Frasi R e le possibili combinazioni di Frasi R sono riportate in “Ordinance on Hazardous Substances” (Vedi anche “Legal Conditions for the Handling of Hazardous Substances” e “Technical Guidelines on Safety in Chemical Laboratory Courses”): tutte queste normative trovano analoga applicazione anche a livello della legge italiana (D. L. 626/94, D.M. 363/98 e successive). Le Frasi R sono composte da un codice che le identifica e da una descrizione del rischio. La separazione di due Frasi R con un trattino ( – , ad esempio: R12-20) significa che devono essere considerate sia la Frase R12, sia la Frase R20 (e non tutte le Frasi da R12 a R20). Nel caso in cui le Frasi R fossero separate da uno slash ( / , ad esempio: R26/27/28), si intende un’indicazione che comprende tutte le tre Frasi R: la R26, la R27 e la R28 (combinazione di Frasi R).

Le frasi S

Sono chiamate Frasi S (frasi di sicurezza) alcune frasi convenzionali che descrivono i consigli di prudenza cui attenersi in caso di manipolazione di sostanze chimiche. Esse dovrebbero permettere all’operatore di lavorare riducendo al minimo il pericolo nel maneggiare queste sostanze, di prendere misure contro la loro dispersione, di gestire le conseguenze degli incidenti e di fornire correttamente il primo soccorso. La lettera “S” sta proprio ad indicare la parola “Sicurezza”. Le Frasi S e le possibili combinazioni di Frasi S sono riportate in “Ordinance on Hazardous Substances” (vedi sopra i riferimenti per la legge italiana). In analogia alle Frasi R, anche quelle S sono composte da un codice e dalla descrizione relativa Sono frasi codificate dall’Unione Europea nella direttiva 88/379/CEE, sostituita dalla direttiva 1999/45/CEE, a sua volta modificata dalla direttiva 2001/60/CEE. La normativa prevedeva che ogni confezione di prodotto chimico recasse sulla propria etichetta le Frasi R e le Frasi S corrispondenti al prodotto chimico ivi contenuto. In seguito la direttiva 1999/45/CEE è stata abrogata dal Regolamento (CE) n°1272/2008, che sostituisce le frasi S con le Frasi P. La separazione di due Frasi S con un trattino ( – , ad esempio: S10-23) significa che devono essere considerate sia la Frase S10, sia la Frase S23 (e non tutte le Frasi da S10 a S23). Nel caso in cui le Frasi S fossero separate da uno slash ( / , ad esempio: S36/37/38), si intende un’indicazione che comprende tutte le tre Frasi S: la S36, la S37 e la S38 (combinazione di Frasi S). In alcuni casi (S 5, S 6 ed altri) il numero che segue la prescrizione di sicurezza fornisce ulteriori indicazioni sulle procedure da seguire. Ad esempio la frase S 5 2 significa “Conservare sotto cherosene”.

Le frasi H e P


Il Regolamento (CE) n. 1272/2008 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 16 dicembre 2008, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea il 31 dicembre 2008, riguarda la classificazione, l’etichettatura e l’imballaggio delle sostanze e delle miscele; modifica e abroga le direttive 67/548/CEE e 1999/45/CE e reca modifica al regolamento (CE) n. 1907/2006.

Le Frasi R vengono sostituite dalle Frasi H (Hazard statements, “indicazioni di pericolo”), e le Frasi S dalle Frasi P (Precautionary statements, “consigli di prudenza”). Vengono inoltre introdotti nuovi pittogrammi di pericolo.


scarica il documento PDF con la lista dei codici di pericolo e consigli


0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »