Google new 2018

   
 

Silvia Fini abita ed opera a Bologna. E' iscritta al Ruolo Periti Esperti di Antiquariato presso la Camera di Commercio in Bologna all'Albo dei Consulenti Tecnici del Giudice presso il Tribunale di Bologna.

 

Ringrazio caldamente la dott.ssa Fini Silvia che ha collaborato con professionalità ed amicizia fornendo il suo prezioso contributo per il servizio di consulenze del nostro sito.

Per i suoi impegni di lavoro questa collaborazione oggi si interrompe nella speranza che continui sotto altre forme.

Alcune delle numerose consulenze fornite dalla dott.ssa Fini rimangono comunque presenti sul nostro sito nella forma " Consulenze Archiviate", che comunque rimangono sempre valide per un consulto e approfondimento.

Il Servizio di Consulenza, continua grazie all'Antiquario KATIA LOI che  prendendo il testimone dalla dott.ssa Fini, curerà il nuovo spazio "L'esperto Risponde"

Home Consulenze archiviate Commode Reggenza
Consulenze archiviate
Commode Reggenza Stampa E-mail
Consulenze - Consulenze Antiquariali
Scritto da Silvia Fini   

  • Richiesta
  • Salve,
  • volevo avere un suo parere sulla qualita di questa commode Reggenza,non dovrei avere dubbi sulla reale epoca (1750 circa) visto il rapporto di amicizia con l'antiquario,consideri che e stata appena restaurata;credo che sia di ottima qualita ed i bronzi(le maniglie)siano molto particolari anche se le confesso che cosi fatte con questa sorta di medaglie non l'avevo mai viste prima, soprattutto in epoca Reggenza;purtroppo non sono riuscito a leggere una possibile firma(sulla struttura portante del cassetto piccolo c e una EM ma non sono sicuro)
    • Mi farebbe piacere avere un suo parere su questo mobile.
    • Saluti,  Romeo

  • Risposta
  • Egr. sig. Romeo,
  • la commode e veramente di alta qualita e direi originale, tranne forse la serratura che mi sembra piu piccola rispetto alla precedente. Questo non toglie comunque nulla al valore di un mobile del genere, ormai raro su tutti i mercati e molto apprezzato dagli amatori di mobili francesi. La datazione risale al 1700-1730 e si differenzia dai modelli precedenti Luigi XIV, per la linea curva dei fianchi e del fronte a " doppia S ", proponendo gia una decorazione con bronzi di ispirazione naturalistica proprio del Luigi XV o Rococo . Lo stile Reggenza, come tutti quelli di transizione e di ricerca, puo stupire per l'utilizzo di decorazioni insolite come le maniglie con medaglioni e l'elemento posto sul grembiule sagomato, ma le bocchette a conchiglia sfrangiata meno rigida di quella Luigi XIV e i fianchi con volute intrecciate a motivi vegetali, sono tipici di questo stile.

 I modelli successivi, appartenenti allo stile Luigi XV , costruiti attorno al 1723-1774, sono caratterizzati da dimensioni piu ridotte, in genere hanno solo due cassetti e le applicazioni in bronzo dorato, sono foglie e fiori proposti sotto forma di rametti di rose, foglie asimmetriche, ma comunque sempre legate al naturalismo  ed all'Oriente che ispiro anche l'utilizzo di pannelli di lacca per rivestire mobili. Per quanto riguarda la firma, il piu noto ebanista di questo periodo e Charles Cressent, ebanista del Duca D Orleans, ma raramente i suoi mobili sono firmati e si e riusciti a risalire alle sue opere attraverso documenti scritti. Il valore di questa commode Reggenza, puo raggiungere i 20.000 Euro, ma i pezzi firmati dai grandi ebanisti, superano i 50.000 Euro.


Cordiali saluti.  Silvia Fini


 

Visite

mod_vvisit_counterOggi845
mod_vvisit_counterIeri1454
mod_vvisit_counterQuesta settim.10326
mod_vvisit_counterSettim. Preced.11530
mod_vvisit_counterQuesto Mese32850
mod_vvisit_counterMese Preced.50024
mod_vvisit_counterTotale visite6300709

Online : 33
Today: Lug 21, 2019

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, www.inforestauro.org e i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information