Google new 2018

   
 

Silvia Fini abita ed opera a Bologna. E' iscritta al Ruolo Periti Esperti di Antiquariato presso la Camera di Commercio in Bologna all'Albo dei Consulenti Tecnici del Giudice presso il Tribunale di Bologna.

 

Ringrazio caldamente la dott.ssa Fini Silvia che ha collaborato con professionalità ed amicizia fornendo il suo prezioso contributo per il servizio di consulenze del nostro sito.

Per i suoi impegni di lavoro questa collaborazione oggi si interrompe nella speranza che continui sotto altre forme.

Alcune delle numerose consulenze fornite dalla dott.ssa Fini rimangono comunque presenti sul nostro sito nella forma " Consulenze Archiviate", che comunque rimangono sempre valide per un consulto e approfondimento.

Il Servizio di Consulenza, continua grazie all'Antiquario KATIA LOI che  prendendo il testimone dalla dott.ssa Fini, curerà il nuovo spazio "L'esperto Risponde"

Home Consulenze archiviate Canterano seicentesco
Consulenze archiviate
Canterano seicentesco Stampa E-mail
Consulenze - Consulenze Antiquariali
Scritto da Silvia Fini   
Cantarano del seicento

Domanda

Gent. Sig.ra Fini,
gradirei ricevere un suo parere in merito al valore di un antico comò di famiglia, per il quale recentemente ho ricevuto un offerta. Io non me ne intendo, so solo che gli inserti sono in radica, dovrebbe essere un fine 600, ma certo Lei avrà un idea più chiara del periodo.
Allego alcune foto, la qualità non è eccelsa ma dovrebbe bastare per farsi un idea. Le misure del comò sono: (LxHxP) 146x100x60 cm.

Grazie, cordiali saluti.
Dario Zini

Cantarano del Seicento

Risposta

Egr. sig. Zini,
si tratta di un "canterano" emiliano della seconda meta del 600, molto interessante sia come struttura che come decorazioni. Questo e il tipico esempio del mobile che io definisco di "evoluzione": e infatti chiaramente derivato dal canterano, che in genere ha i tipici quattro cassetti, ma in questo modello il primo si apre, creando un piano d appoggio per la scrittura. A volte, si trovano modelli nei quali il piano di sopra si apre, rendendo ancora piu agevole l'utilizzo del canterano come scrivania. Da questo tipo di mobile, derivera nel 700, la vera e propria ribalta, con calatoia piu grande a forma di trapezio. Nel canterano, la forma esterna del mobile non viene alterata, ma nella ribalta, il piano utilizzato come scrivania, sara piu alto e inclinato.

Tutto il fronte del mobile e decorato con intarsi geometri in radica di noce, mentre i fianchi presentano le decorazioni tipicamente emiliane denominate "bugnature", che caratterizzano gran parte della produzione emiliana seicentesca. Le bugnature, non sono altro che formelle, in genere con angoli arrotondati verso l'interno, applicate sul mobile o lavorate a scavo.
Indubbiamente il canterano e ai giorni nostri un mobile piuttosto raro sul mercato antiquario, se poi si prende anche in considerazione che si tratta di un tipo di un mobile veramente particolare, di interesse soprattutto storico in quanto ci puo fornire notizie utili sull'evoluzione del mobile seicentesco, il suo valore puo raggiungere anche punte piuttosto elevate, che variano dalle 20,000 - alle 35,000 Euro.
Cordiali saluti,

Silvia Fini

 

Visite

mod_vvisit_counterOggi841
mod_vvisit_counterIeri1454
mod_vvisit_counterQuesta settim.10322
mod_vvisit_counterSettim. Preced.11530
mod_vvisit_counterQuesto Mese32846
mod_vvisit_counterMese Preced.50024
mod_vvisit_counterTotale visite6300705

Online : 29
Today: Lug 21, 2019

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, www.inforestauro.org e i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information