Google new 2018

piano_2005_27c

Consulenza a cura di Stefano Rogledi

tecnico-accordatore e restauratore.

Invia la tua richiesta di consulenza

Tutti i servizi sono gratuiti

Si avverte che a fronte delle numerose richieste che pervengono, può accadere che non sia possibile dare risposta a tutte.

Ci scusiamo in anticipo.


Stefano Rogledi è anche l'autore de "La storia del Pianoforte"

Home Consulenza Pianoforti Pianoforte Adolph Kaufmann Arnstadt
Consulenza Pianoforti
Pianoforte Adolph Kaufmann Arnstadt Stampa E-mail
Consulenze - Consulenze per il Pianoforte
Scritto da Stefano Rogledi   

Domanda

Gentile prof.Rogledi,
sono Alessandro e la interpello da Piacenza per avere una consulenza in merito ad un piano di mia proprietà.
Le mostro le foto di questo piano Adolph Kaufmann Arnstadt n¬į 308.
Le chiedo cortesemente la data di fabbricazione e una sua valutazione.
In attesa di una sua risposta la ringrazio anticipatamente e Le porgo i miei pi√Ļ cordiali saluti.

Alessandro

Risposta

Gentile Sig. Alessandro,
non ho purtroppo notizie certe sul costruttore A.Kaufmann-Arnstadt. Le varie fonti consultate non riportano questo nome proveniente da Arnstadt.
Diversi sono invece i Kaufmann provenienti da Dresda, Berlino, Amburgo, Graudenz, Schassburg, Erfurt, Dornbirn.
C è una sola firma "Adolph Kaufmann", da Hermannstadt. Potrà fare una ricerca su questa località; se fosse nelle vicinanze di Arnstadt,
il trasferimento dell'attività a quest'ultima cittadina sarebbe molto probabile.

Questa fabbrica risulta fondata nel 1891; il numero di matricola 308 (presumibilmente nei primi due anni di attività) potrebbe corrispondere alla tipologia del suo strumento. La natura del progetto del telaio e altri particolari collimano con la costruzione di quegli anni (1880-1900 circa).
Il disegno del pianoforte in oggetto è molto elegante, imponente e ricercato, certamente non usuale.
Potrebbe essere stato disegnato e prodotto espressamente (forse su commissione...?) per una famiglia nobile;
preziosismi e lavorazioni del mobile giustificano una collocazione di questo genere.

Le condizioni interne non sono però brillanti. Vi è stato un grossolano tentativo di "ridipingere" parzialmente il telaio in ghisa.
Anche la sezione del ponticello dei bassi mostra qualche anomalia nell'attaccatura delle corde; è probabile si sia verificata una rottura di una punta d aggancio, con conseguente spostamento dell'aggancio di una corda su una punta condivisa.
La meccanica (di tipo "a baionetta") risulta normalmente usurata per uno strumento di quest'età.
Si tratta certamente di un pezzo di valore che merita attenzione.
Un restauro a regola d arte a mio parere è cosa dovuta in questo caso.

Cordialissimi saluti
Stefano Rogledi 

 

 

Vuoi una stima o una valutazione del tuo Pianoforte??

Per questo servizio si prega di allegare alla richiesta immagini della parte interna (meccanica, martelli,caviglie di accordatura) dello strumento, annotando se possibile il numero di matricola ove non evidente in foto. Una fotografia della parte esterna in generale e dei tasti è ugualmente gradita.


Vuoi conoscere l'anno di fabbricazione del tuo Pianoforte??

Questo servizio si rivolge a quanti desiderano conoscere l'anno di fabbricazione di un Pianoforte. Per poter effettuare tale ricerca è necessario indicare in modo preciso la marca (comprese eventuali iscrizioni riguardanti la città sede della fabbrica o altro), e il numero di matricola dello strumento (in genere riportato nella parte interna superiore, impresso sul telaio di ghisa vicino alle caviglie di accordatura, oppure sui fianchi interni sempre nella parte superiore).

ES: "C.BECHSTEIN", Berlin, n¬į 94573

Invia la tua richiesta di consulenza

Visite

mod_vvisit_counterOggi945
mod_vvisit_counterIeri2676
mod_vvisit_counterQuesta settim.15127
mod_vvisit_counterSettim. Preced.12906
mod_vvisit_counterQuesto Mese33499
mod_vvisit_counterMese Preced.55048
mod_vvisit_counterTotale visite6511680

Online : 27
Today: Nov 17, 2019

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, www.inforestauro.org e i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information