Home Formazione Atti del Convegno Calce 2009
Formazione
Atti del Convegno Calce 2009 Stampa E-mail
Architettura - Formazione
Scritto da A.B. Caldini   
Indice
Atti del Convegno Calce 2009
Per un censimento delle Fornaci da Calce ...
Pietre da Calcina ...
La nuova calce storica di Palizzi ...
La produzione di calce nella campagna romana ...
Malte a base di calce aerea ...
L'uso del caolino come addittivo ...
L'idraulicità nelle malte antiche ...
Diferencias en las cales ....
La datazione delle malte ...
Carta tematica della produzione calce ...
Comportamento di malte a base di calce ...
Dalle malte romane ai bioleganti ...
Malte a base di calce ....
Studio comparato tra trattamenti ...
Applicazione di malte a base di calce ...
Fra archeologia, empiria e scenza ...
Le fornaci per la produzione della calce ...
Il progetto colore ...
Le cave di Visone ...
Archeologia dell'edilizia storica ...
I leganti dell'edilizia storica ...
Le fornaci per la produzione ...
L'oro bianco di Cogoleto ...
Calchere a fuoco intermittente ...

PER UN CENSIMENTO DELLE FORNACI DA CALCE. STATO DELL'ARTE SUL PROGETTO DI CATALOGAZIONE "MILLEFORNACIDACALCE"

Rita Vecchiattini


Dipartimento di Scienze per l'Architettura, Universita degli Studi di Genova
rvecchiattini@leonardo.arch.unige.it

***


La conservazione e la valorizzazione delle testimonianze di attivita produttive ormai abbandonate sono in molti casi strettamente legate alla difesa stessa del territorio in cui sorgono i diversi manufatti. I siti, talvolta, presentano caratteristiche ambientali di grande interesse, in alcuni casi penalizzate ma in altri arricchite proprio dalla presenza degli insediamenti produttivi.
Un caso emblematico e quello delle fornaci per la produzione della calce: costruite in territorio
montano o pedemontano, caratterizzato da pendii piu o meno accentuati nei quali sono incastonati in modo da beneficiare di un buon isolamento termico e facilitare le operazioni di carico e scarico della camera di fuoco sfruttando due accessi posti a quote differenti.

Tali impianti produttivi sono solitamente riconoscibili, nel territorio, per la loro caratteristica forma di torre, a pianta circolare o quadrangolare, con copertura piana, per lo piu costituita da una tettoia, o da una pseudo volta, con o senza camino sommitale.

Si tratta di manufatti semplici, realizzati con materiali e tecniche locali, il cui valore è profondamente legato all'aspetto formale, materiale e all'immagine che noi percepiamo oggi, per quanto degradata possa essere.
In seguito alla dismissione delle cave e dell'attivita produttiva la maggior parte delle fornaci da calce è spesso utilizzata come deposito, cisterna e, talvolta, come discarica, favorendo il degrado degli impianti originari che, in alcuni casi, ha gia portato alla rovina di manufatti mentre, in altri, ha creato situazioni di pericolo per l'incolumita pubblica.
Si tratta oggi di salvaguardare un patrimonio diffuso composto da "piccole cose", nessuna delle quali particolarmente significativa sul piano paesaggistico o architettonico e, forse, nessuna veramente unica, ma ciascuna dotata di alto valore testimoniale, in quanto traccia superstite di una storia e di complessi insediativi piu vasti, esprimendo con cio una ricchezza culturale legata anche a molti elementi di tipo immateriale.
Il primo passo per la tutela e la conoscenza e in questo senso si configura il censimento proposto che traguarda idealmente la possibilita di individuare alcuni siti di particolare rilevanza nazionale da valorizzare anche attraverso la realizzazione di eco musei della calce, in grado di far emergere la complessa trama culturale che unisce fra loro gli elementi tipici di un determinato territorio: i caratteri ambientali, paesaggistici, architettonici, storici, economici, ...


Rita Vecchiattini, architetto e dottore di ricerca in Ingegneria dei materiali svolge attivita di ricerca e didattica presso l'Universita degli Studi di Genova - Dipartimento di Scienze per l'Architettura - ove e docente nell'ambito del Laboratorio di restauro dei Monumenti e della Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio. Si occupa da anni di temi legati alla conservazione del costruito storico e, in particolare, ha approfondito l'aspetto legato alla conoscenza dei materiali e degli elementi costruttivi come testimoniano le numerose pubblicazioni a stampa e i contributi presentati a convegni nazionali e internazionali. E' autrice del volume "La civilta della calce. Storia, scienza e restauro" edito da De Ferrari.

pdf_button scarica gli abstract degli atti del convegno


 

Visite

mod_vvisit_counterOggi1877
mod_vvisit_counterIeri1833
mod_vvisit_counterQuesta settim.7600
mod_vvisit_counterSettim. Preced.16266
mod_vvisit_counterQuesto Mese42238
mod_vvisit_counterMese Preced.55048
mod_vvisit_counterTotale visite6520419

Online : 26
Today: Nov 21, 2019

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, www.inforestauro.org e i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information