Home Formazione Atti del Convegno Calce 2009
Formazione
Atti del Convegno Calce 2009 Stampa E-mail
Architettura - Formazione
Scritto da A.B. Caldini   
Indice
Atti del Convegno Calce 2009
Per un censimento delle Fornaci da Calce ...
Pietre da Calcina ...
La nuova calce storica di Palizzi ...
La produzione di calce nella campagna romana ...
Malte a base di calce aerea ...
L'uso del caolino come addittivo ...
L'idraulicità nelle malte antiche ...
Diferencias en las cales ....
La datazione delle malte ...
Carta tematica della produzione calce ...
Comportamento di malte a base di calce ...
Dalle malte romane ai bioleganti ...
Malte a base di calce ....
Studio comparato tra trattamenti ...
Applicazione di malte a base di calce ...
Fra archeologia, empiria e scenza ...
Le fornaci per la produzione della calce ...
Il progetto colore ...
Le cave di Visone ...
Archeologia dell'edilizia storica ...
I leganti dell'edilizia storica ...
Le fornaci per la produzione ...
L'oro bianco di Cogoleto ...
Calchere a fuoco intermittente ...


APPLICAZIONE DI MALTE A BASE DI CALCE SU UN MURO SPERIMENTALE. PRESENTAZIONE DI UN PROGETTO DI RICERCA IN CORSO


Cristina MOSCA, Albert JORNET, Giovanni CAVALLO


Istituto Materiali e Costruzioni, Dipartimento DACD, SUPSI, Lugano (CH) cristina.mosca@supsi.ch

***


Il progetto di ricerca affronta il problema della scelta della malta da utilizzare per l'integrazione o sostituzione di intonaci negli edifici storici sollevato dall'Ufficio Beni Culturali del Canton Ticino in Svizzera.
Il lavoro sperimentale presentato in questa relazione, che costituisce l'ultima fase di un progetto di ricerca molto piu ampio, ha come obiettivo il confronto, in condizioni il piu possibile analoghe a quelle di cantiere, di diversi tipi di intonaco al fine di valutarne il comportamento nel tempo.
Per poter perseguire questo scopo e stato realizzato all'esterno un muro in blocchi di laterizio su cui sono stati applicati diversi tipi di intonaco. Ogni campione ha una superficie di due m2 e doppia esposizione (Nord e Sud).
Sono state applicate:


- Tre malte "tradizionali" confezionate in laboratorio rispettivamente con calce idrata in polvere, con calce idrata in polvere e aggiunta di cocciopesto, e con grassello. Per la preparazione degli impasti e stato mantenuto costante il rapporto legante/aggregato, 1:2 in volume. Una malta a base di grassello con rapporto legante/aggregato 1:3 in volume e stata confezionata e applicata da un restauratore che opera da anni nel settore.


- Quattro malte "premiscelate" disponibili in commercio, scelte sulla base delle indicazioni ricevute dall'UBC e usualmente utilizzate negli interventi di restauro in Canton Ticino e una malta "premiscelata" utilizzata in Italia.


Sono state determinate le principali proprieta delle miscele allo stato fresco. Inoltre sono stati
preparati dei provini sui quali determinare le diverse proprieta meccaniche e fisiche.
Infine, le diverse malte sono state applicate su delle tavelle in cotto, al fine di valutare il comportamento di questi campioni sottoposti a cicli d'invecchiamento accelerato.
Il programma prevede il monitoraggio, a scadenze programmate, dei campioni di intonaco applicati sul muro e l'eventuale esecuzione di prove non distruttive.
L'obiettivo finale e quello di ottenere utili indicazioni per la prassi per quanto concerne gli aspetti applicativi da rispettare per garantire una buona qualita, ovvero una buona durabilita, e infine, conoscere meglio tempi, costi e prestazioni dei prodotti oggi disponibili sul mercato rispetto a quelli delle malte tradizionali confezionate in opera.


Cristina Mosca, architetto, dottore di ricerca in Programmazione, Manutenzione, Riqualificazione dei sistemi edilizi urbani, Politecnico di Milano. Dal settembre 2009, Collaboratrice scientifica Istituto Materiali e Costruzioni, Dipartimento "Ambiente, Costruzioni e Design" (DACD), SUPSI Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana, Lugano (CH). 2006-2010, Collaborazione al programma di ricerca Malte per edifici storici: confronto tra malte tradizionali e malte premiscelate, finanziato dal Canton Ticino (CH) e svolto c/o SUPSI. 2005-2009 docente a contratto per insegnamento Tecnologia dell'Architettura nell'ambito del Laboratorio di Costruzione dell'Architettura, LS in Architettura, orientamento P.R.E., Facolta di Architettura e Societa, Politecnico di Milano. 2000-2004 Membro gruppi di lavoro UNI: GL1, GL5, GL14 per elaborazione norme concernenti qualificazione e controllo del progetto di interventi sul costruito e gestione immobiliare.

pdf_button scarica gli abstract degli atti del convegno



 

Visite

mod_vvisit_counterOggi1988
mod_vvisit_counterIeri1833
mod_vvisit_counterQuesta settim.7711
mod_vvisit_counterSettim. Preced.16266
mod_vvisit_counterQuesto Mese42349
mod_vvisit_counterMese Preced.55048
mod_vvisit_counterTotale visite6520530

Online : 33
Today: Nov 21, 2019

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, www.inforestauro.org e i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information