Benvenuto! Accedi o registrati.
22 Settembre 2019, 06:36:39 am

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Ricerca:     Ricerca avanzata

E' attivo il servizio di Consulenza antiquariale "L'esperto Risponde" offerto dall'antiquario Katia Loi
15289 Messaggi in 2289 Discussioni da 1160 utenti
Ultimo utente: Fabio
* Indice Aiuto Ricerca Accedi Registrati
  Visualizza messaggi
Pagine: [1] 2 3 ... 7
1  Il Restauro del Mobile Antico / Arte del Restauro / Re: Il mio armadio inserito:: 04 Luglio 2009, 02:20:20 am
Ciao Edox...

ci siamo,ci siamo... è che quando c'è l'intervento di PPMasoni che altro dire?!!!
 Fidati ad occhi non chiusi,ma STRIZZATI di ciò che ti consiglia...personalmente non trovo nulla da aggiungere a quello che ti ha detto, nè OSEREI  Wink   Wink ... non è una battuta,purtroppo non conosco fisicamente Masoni ma nutro una profonda e onestissima stima per lui.... come tutti noi di questo forum.

Posso dirti che si tratta di un restauro che richiede una certa attenzione,insomma,non ho ben capito il tuo  livello di esperienza,però non appare come un facile lavoretto. Attento all'antitarlo,soprattutto per un armadio è meglio evitare eccessive sostanze tossiche,dai retta a PP!!!
Armati di religioso impegno, pazienza,delicatezza...vabbè,lo sai...
quando avrai terminato il restauro guidato da PPM avrò piacere di aiutarti per preparare la lacca,o lo stucco, sempre che tu non sia già preparatissimo,ovviamente!

E' un bel mobile,mi piace molto,ti darà una gran soddisfazione lavorarci e ridargli vita!

P.s.Per il colore delle svegliette IKEA,direi  un bel giallo cromo,si intona col verde dell'armadio!!!  Grin

Ciao,
 Buon Lavoro,Manù
2  Non solo truciolo / Mi Presento / Re: Ciao a tutti !!!!! inserito:: 01 Luglio 2009, 02:03:37 am
Ciao Edoardo,
benvenuto a te e ...alla tua idea geniale!!!!  Grin  Grin  Grin
Che "invidia" sapere che senti quei meravigliosi TONK-TONK nel tubo dell'aspiratore!!!!
GENIALE,DAVVERO GENIALE!!!!
Chissà,forse hai trovato la GRANDE soluzione e come al solito di fronte alle innovazioni e importanti scoperte ,siamo tutti scettici e increduli.....e poi si rivelano come intuizioni formidabili!!!

Dai  che scherzo,aspettiamo 'sta ciiiifra di domande,
ciao, Manù

3  Il Restauro del Mobile Antico / Restauro Pittorico e dintorni / Re: primi passi nel mondo della doratura inserito:: 01 Giugno 2009, 11:53:27 pm
P.S. per Otello,

personalmente uso gesso di bologna....
ciao  Manù
4  Il Restauro del Mobile Antico / Restauro Pittorico e dintorni / Re: primi passi nel mondo della doratura inserito:: 01 Giugno 2009, 11:46:44 pm
Ciao Pierpaolo,
perdona la risposta così in ritardo,sicuramente avrai anche completato il tuo lavoro....
circa il tuo procedimento direi che è ok la ricetta per la colla è ottima anche se a volte preferisco una diluizione inferiore invece di un rapporto 1:10 la sciolgo in 1:7/8 così risulta leggermente più forte.
Ti confesso che per quanto riguarda le proporzioni di colla e gesso non ho mai pesato, preparo tutto "ad occhio" riesco a capire la giusta densità e quantità di gesso da unire alla colla ma questa è una questione individuale e soprattutto si acquisisce con l'esperienza!
L'olio che utilizzo è il paglierino a volte quello di lino.

Non so se il il vestitino di cui parli l'hai già confezionato cmq il procedimento che intendi eseguire è per me perfetto.
Paziena,pazienza e tanta pazienza come qualcuno ti ha detto...e Buon Lavoro!
Ciao,Manù
5  Il Restauro del Mobile Antico / Restauro Pittorico e dintorni / Re: Armadio stile veneziano (non antico) inserito:: 23 Maggio 2009, 03:35:15 pm
Ciao Alexis,
in effetti, senza presunzione, avevo intuito in te l'intenzione di non voler accettare la realtà.... 7 bigliettoni è una cifra notevole ma sicuramente sarà decorato e quello credimi fa salire di valore anche un mobile in compensato!
A me capita di fare decorazioni e pur volendo tenermi bassa sui costi il mobile decorato ha un suo pregio.
cmq non sentirti buggerata molte camere veneziane "moderne"sono profilate in porporina anzi stai attenta per la pulitura a non usare solventi sulle parti dorate.
Posso confermarti per mia esperienza che il consiglio che hai ricevuto per la pulitura va bene,non abbondare col sapone perchè rischi di opacizzare leggermente...circa l'oro puoi riprendere tutto con una nuova porporina che non sia troppo brillante per evitare un effetto "nuovo di zecca" che per i miei gusti poco si addice allo stile .
Fossi in te comincerei senza troppi timori,credo che le decorazioni se ci sono, siano ad olio, quindi l'acqua non reca nessun danno,fidati.Non usare pezze abrasive .

Per ora è tutto se non riesci a rimuovere lo sporco facci sapere...
Ciao e buon "bucato", Manù
6  Il Restauro del Mobile Antico / Restauro Pittorico e dintorni / Re: primi passi nel mondo della doratura inserito:: 22 Maggio 2009, 06:17:59 pm
A lucaepatty.....

beh,grazie grazie grazie....mooooolto gentile!!!! 
ciao Manù
7  Il Restauro del Mobile Antico / Restauro Pittorico e dintorni / Re: Armadio stile veneziano (non antico) inserito:: 22 Maggio 2009, 12:50:53 am
Ciao alexis608...

ehm...vorrei dirti che prob non si tratta di oro vero,questo non si ossida!!

Per la pulitura comincia con semplice acqua passata con ovatta....leggermente.
 E aspetta anche altri consigli...
ciao Manù
8  Il Restauro del Mobile Antico / Restauro Pittorico e dintorni / Re: primi passi nel mondo della doratura inserito:: 22 Maggio 2009, 12:45:34 am
Ciao OTELLO,
grazie per avermi citata e per esserti stata utile,credo che il problema sia causato dall'aver scaldato troppo il gesso, e forse hai passato il gesso due o più volte sullo stesso punto,non allarmarti, rimuovi tutto con carta vetrata e ricomincia .
Non è facile spiegare in questo contesto la stesura del gesso  (ammanitura)nè descrivere la quantità di gesso e colla da utilizzare.
Cmq se vuoi cimentarti ti consiglio di stendere la prima mano molto diluita,a volte la stessa acqua calda in cui sciogli a bagnomaria il gesso va bene, personalmente aggiungo anche qualche goccia d'olio,rende il gesso più morbido ed elastico...lascia asciugare molto bene, carteggia leggermente e ripeti l'operazione scalda di nuovo il composto e aggiungi un cucchiaino di gesso mi raccomando, setacciato.(per questo puoi procurarti un normalissimo colino in rete)
Ripeti per 4 o 5,6 volte se si tratta di una superficie liscia  , 3 o 4 su superfici intagliate,aggiungendo ogni volta il cucchiaino di gesso e scalda a bagnomaria, non ripassare mai 2 volte sullo stesso punto perchè lo rimpasteresti , sempre carteggiando leggermente tra una e l'altra,ti accorgerai che ad ogni passaggio i tempi di essiccazione sono più rapidi...non aiutarti col fon,è rischioso,perchè potrebbe spaccare il gesso.Alla fine carteggia con carta n°120/150 e poi a grana più sottile 220.
Questa è la preparazione tradizionale,ti confesso che non ho mai usato il gesso pronto!
Poi prepara il bolo,sempre scaldato a bagnomaria aggiungi poca  acqua e colla calda  cerca di ottenere una "gelatina"molto lenta,un paio  di mani,lascia asciugare e quindi puoi passre una carta vetrata finissima per togliere eventuali grumi ,brunisci con la pietra,ma non è sempre indispensabile .....alla fine...puoi cominciare a dorare!
Poi ti spiegheremo come preparare il guazzo e come prendere la foglia e posarla sulla tua cornice....ti assicuro NON E' PER NIENTE FACILE!!!!  Embarrassed      ma non impossibile....
Per ora buon lavoro e fammi sapere,
ciao,Manù

p.s. mi rivolgo a tutti i doratori del forum: obiezioni in merito?!?!  Wink Shocked
9  Il Restauro del Mobile Antico / Arte del Restauro / Re: Introdusing myself inserito:: 28 Aprile 2009, 12:01:52 am
WELCOME maidlyAlanily!!!!
Where you come from?

A lot of smile,

Manù (freaks)
10  Il Restauro del Mobile Antico / Restauro Pittorico e dintorni / Re: tecnica doratura inserito:: 25 Aprile 2009, 08:17:07 pm
Ciao Pierpaolo,
conosco i testi che hai acquistato,se posso permettermi ti suggerisco di studiarci quando comincerai le tue lezioni di doratura,ti renderai conto che ciò che è scritto sul libro quando lo vedi realizzare è tutta un'altra faccenda!
Circa i brunitoi ,la loro forma è relativa al lavoro da svolgere cmq potrei consigliarti una pietra a punta curva misure 3 o 4
e una a punta piatta 16 o 17 ti avviso:preparati a spendere!!  Undecided Shocked
C'è un sito molto carino www.bellearti.it dagli un'occhiata se vuoi.....
Anche tu di Roma? Sono indiscreta nel chiederti chi è la docente che incontrerai?
Sai se è anche una restauratrice di dipinti?
Ho un gran desiderio di imparare trovo una meraviglia il restauro di dipinti e sto cercando a Roma qualcuno che fosse disposto a dare lezioni...

Ciao e ...BUON INIZIO!!
Manù (freaks)
11  Il Restauro del Mobile Antico / Restauro Pittorico e dintorni / CERCO LEZIONI DI RESTAURO DI DIPINTI A ROMA inserito:: 23 Aprile 2009, 03:01:03 pm
Salve a tutti,

desidero ampliare le mie conoscenze di restauro e oltre ai mobili vorrei volgere lo sguardo anche al restauro di dipinti su tela e tavola.
Sto cercando tra gli amici del forum qualcuno che fosse disposto a dare lezioni o che abbia un laboratorio-scuola a Roma o dintorni.
Ho avuto un piacevole scambio con Maria, l'amministratrice di questa sezione ma sfortunatamente è di Milano...
La mia non è una semplice curiosità ma un reale interesse e passione che da molto tempo sento molto presente in me in quanto  parte integrante del mio lavoro!

Grazie
salutissimi,Manù (freaks)
12  Il Restauro del Mobile Antico / Restauro Pittorico e dintorni / Re: tecnica doratura inserito:: 23 Aprile 2009, 02:49:53 pm
Ciao Otello,

il tuo entusiasmo mi ha coinvolta ed eccomi qui con molto piacere a darti qualche piccolo suggerimento.
Non hai specificato se ti interessa la doratura a guazzo quindi con vero oro o la più semplice doratura a missione spesso realizzata con foglie di oro finto...
un libro che ti consiglierei sul quale ho cominciato a muovere i primi passi è il "MANUALE PRATICO DELLE TECNICHE DI RESTAURO i segreti di bottega: oro argento e lacca" autrice LOREDANA RIZZO edizione EDUP.Lo puoi acquistare anche online sul sito HOEPLI.IT nella ricerca avanzata digita il nome dell'autrice e ti escono tutti i suoi testi
Lei è bravissima e non te lo dico solo perche ho avuto il piacere di conoscerla ma anche per il fatto che come tutti i bravi professionisti non si risparmia nello svelare grandi insegnamenti.
Il libro può essere un piccolo passo ma ti suggerisco di rivolgerti a qualche doratore, se ne hai la possibilità.
Spesso leggere non è sufficiente se non vedi chi poi realmente opera.
Per cominciare entra in un negozio di belle arti e acquista del materiale gesso di bologna, colla di coniglio, bolo, una lama,pennello di vaio ...il cuscino, quello classico su cui adagiare la foglia te lo puoi fare da solo:procurati una tavola di una misura approssimativa 15x30 spessa 1 cm rivestila di un sottile strato di gomma piuma e pelle di daino che puoi fissare ai bordi con dei chiodini,questo è indispensabile soprattutto per la foglia di oro vero.Altri attrezzi fondamentali sono i brunitoi ossia pietra d'agata di varie forme, che hanno lo scopo di "lucidare" la doratura una volta realizzata e lasciata ad asciugare secondo tempi che variano in base al clima ...questo è all'incirca l'occorrente per una doratura a guazzo (il termine non è a caso ma è così definita proprio perchè l'oro vero viene adagiato sul bolo bagnato )meglio cominciare con foglia d'argento è più economica e il procedimento è lo stesso.
Per una doratura a missione è sufficiente comprare appunto la missione,si tratta di una colla polivinilica, ti suggerisco all'acqua,che ha come variante solo i tempi di essiccazione per iniziare prova una da 10 minuti
C'è davvero tanto da dire, fatti consigliare anche dal negoziante per la preparazione del supporto da dorare ecc...
la doratura a guazzo è molto complessa non voglio scoraggiarti ma non pensare che ti riesca al  primo tentativo,ANZI!!! Armati di buoni libri consigli e tanta pazienza.... considera che al contrario dell'oro falso o orone la foglia d'oro vero non la si puo toccare per quanto è estremamente delicata appunto il pennelo di vaio serve per prenderla e adagiarla sul cuscino.  Undecided
 Aspetta anche altri amici del forum che sapranno certamente darti ulteriori indicazioni...
spero essere stata un pochino utile non posso raccontarti tutto in una sola volta rischieresti di confonderti leggi prima qualcosa e ad ogni piccolo dubbio o chiarimento non esitare a scrivere sul forum.
Avremo il piacere di svelarti ad uno ad uno tutti i passi per realizzare una doratura .

Ciao, Manù
13  Non solo truciolo / Mi Presento / Re: il mio "vecchio"maestro... inserito:: 11 Aprile 2009, 12:29:27 am
Ciao Luca e naturalmente BENVENUTO!!!

Condivido il tuo pensiero,in realtà,è vero, non è solo un problema anagrafico,anzi ad essere sincera  proprio non mi piace valutare le persone in base all'eta',è un aspetto a cui non presto attenzione se non quando noto rigidità e chiusura ma allora anche un 30enne può essere "vecchio"
Non mi azzarderei mai di fare critiche, però hai ragione,sto studiando i suoi modi e cerco di stimolare la sua autostima complimentandomi con enfasi dei suoi lavori,a volte non sono sincera,e DIo mi perdoni.... Undecided ma sappiamo che piccole "bugie"spesso sono anche a fin di bene.
Noto con piacere che questa mia ventata di entusiasmo giova all'atmosfera un pò cupa del suo lab e timidamente vorrei provare a suggerire con tatto e delicatezza qualche piccola cosa che a lui è sfuggita da u n pò tropo tempo, forse.
Che ne dici?E' la strada giusta per ritrovare quel restauratore di un tempo? Posso essere curiosa e chiederti che lavoro fai?
Anche tu appassionato di restauro?
Ciao e grazie del tuo intervento,Manu'
14  Non solo truciolo / Mi Presento / Re: il mio "vecchio"maestro... inserito:: 07 Aprile 2009, 04:58:33 pm
Ciao MAssimo,
grazie è una buona idea...ahimè,già messa in pratica e non funziona molto.
Voglio precisare che non è mia intenzione super valutarmi o ricorrere alla classica retorica dell'allievo che supera il maestro:assolutamente,no!
Non mi stancherò mai di ripetere che tra i tanti aspetti piacevoli di questo lavoro c'è la continua ricerca e sperimentazione,arricchito da quel costante atteggiamento di allievo sul banco di scuola...solo che non sopporto veder maltrattare il  lavoro,noto nel mio maestro restauratore una totale mancanza di cura e di rifinitura,forse ha perso la voglia e l'entusiasmo,probabilmente anche per questo si rallegra vedendomi qualche volta nel suo lab...
il mio però è un continuo "precedere" le sue azioni prima che intervenga maldestramente su qualcosa.
I n ultimo,stamattina, su una vecchia Singer ,inutile dirti,so solo che me la sono portata nel mio lab dietro sua richiesta e proprio ora sto cercando di rimediare ai danni causati dal suo punteruolo per voler ostinatamente rimuovere la vernice originale perchè leggermente scoppiata qua e la,personalmente avrei lasciato le cose così come erano anche perchè e riccamente decorata in oro!Olio e petrolio e l'avrei "ringiovanita"sei d'accordo?
L'argomento è complicato perchè l'atteggiamneto di alcuni "vecchi del mestiere"spesso lascia molti dubbi:l'onesta' di voler presentare un buon lavoro misto alla stanchezza e alla ripetizione di anni....poi magari ce la prendiamo con i poveri hobbisti ecc ecc come hai visto in altre pagine del forum.
Mi chiedo allora quale sia la vera etica del lavoro!?!?!
Perchè devo aver timore di parlare al mio maestro dell'eccezionale Linfoil,per esempio?
Non capirebbe, non vuole accettare o impigrito e non vuole capire...
Una cosa è certa,in realtà, a parte gli aspetti umani ed emotivi,non mi sto divertendo molto nel suo laboratorio:forse sbaglio a metterla su questi toni? Boh, cosa pensi tu e magari qualche altro amico del forum!?

Ciao manù
15  Non solo truciolo / Mi Presento / il mio "vecchio"maestro... inserito:: 06 Aprile 2009, 01:00:50 am
Ciao a tutti carissimi,
vorrei fare appello alla vostra esperienza in fatto di problemi etici legati alla sfera professionale
Sarò breve: con imenso piacere il mio primo maestro di restauro,il classico artigiano che vive più nella sua bottega che in casa,mi ha contattata manifestando piacere nel rivolermi qualche volta a lavorare con lui.Ovviamente la cosa mi ha entusiasmata non poco,rivedere che nel suo lab non è cambiato nulla a distanza di anni ho ritrovato gli attrezzi dove li avevo lasciati e che timore all'epoca utilizzarli!!!
Ora il mio antico maestro è un uomo di 70 anni,poco più,ha rallentato parecchio i suoi ritmi,inoltre non gode di ottima salute...ma non voglio assolutamente darne un'immagine pietosa anzi,ciò che mi disagia è osservare quanto il suo stile e il suo modo di lavorare non abbia subito evoluzione.Per rispetto doveroso alla sua lunga esperienza trascorro giornate intere tra permetrina e sverniciatori,lui adotta ancora metodi ""antiquati e a volte poco risolutivi,insomma avete capito di cosa parlo.Non è più paziente e meticoloso come un tempo,stucco e gommalacca risolvono tutto il suo lavoro,giorni fa avevamo sotto le mani un bellissimo tavolo in rovere primi 900,non occorreva a mio parere sverniciarlo,ma non ho potuto intervenire,poi  lo ha talmente "imbevuto"di GM colorata giallastra e noce che ora sembra dipinto con colore acrilico,è terribile!Ora sì che è da sverniciare!!!
Ho estrema difficoltà a parlargli dell'efficacia di alcuni prodotti anche se ha capito e sa che  a livello teorico ho una preparazione, libri e maestri fanno parte costantemente della mia vita senza dimenticare il prezioso Forum e non scherzo! a volte mi chiede un parere,ma è come se parlassi al vento....e io temo di offenderlo o di urtare la sua legittima suscettibilità.
Sono  triste,insomma ritrovare quella persona che un tempo mi sembrava un totem,e ora essere da lui stesso costretta a criticarlo,mi dispiace,quasi più per me che per lui...mi piacerebbe sentire qualche vostro commento,o un suggerimento perche il mio maestro ascolti anche la mia "piccola voce",qualche volta.  Cry


Ciao Manù
Pagine: [1] 2 3 ... 7
Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.5 | SMF © 2006-2008, Simple Machines LLC XHTML 1.0 valido! CSS valido!