Benvenuto! Accedi o registrati.
10 Dicembre 2018, 07:10:33 pm

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Ricerca:     Ricerca avanzata

E' attivo il servizio di Consulenza antiquariale "L'esperto Risponde" offerto dall'antiquario Katia Loi
15276 Messaggi in 2288 Discussioni da 1160 utenti
Ultimo utente: Fabio
* Indice Aiuto Ricerca Accedi Registrati
+  www.inforestauro.org
|-+  Messaggi recenti
Pagine: [1] 2 3 ... 10

 1 
 inserito:: 27 Novembre 2018, 02:32:45 pm 
Aperta da Paolo - Ultimo messaggio da Paolo
Scusa per il ritardo nella risposta ma non mi è arrivata la notifica della tua risposta
Allego alcune foto
Come potrai vedere il portone è di noce per buona parte e solo le cornici perimetrali sono di larice
Io procederei per prima cosa a sverniciarlo, perché adesso è totalmente sbiadito a causa della vernice che era stata data precedentemente
Faccio presente che tutte le varie fessure creatosi negli anni causa assestamento e/o restringimento delle tavole mi è stato chiesto di lasciarle come sono ora. Per questo non ci sara nessuna operazione di falegnameria da svolgere




 2 
 inserito:: 24 Novembre 2018, 12:25:21 pm 
Aperta da beppe2hd - Ultimo messaggio da beppe2hd
Buongiorno a tutti. Ho una vecchia sedia girevole risalente credo agli anni 60.
Sfortunatamente è stata negli anni trascurata e poi abbandonata per diversi anni in un magazzino dove si è un po' arrugginita.
Ho rimosso seduta e schienale che farò sistemare da un tappezziere (del rivestimento non se ne poteva recuperare molto).
Nutro molti dubbi in più per la struttura in ferro (foto in allegato)
Essendoci molto affezionato la vorrei far restaurare al meglio, ma ho paura di capitare in mano a sconosciuti che possano fare scelte infelici.
Le mie domande sono quindi 2
1) guardando le foto, che cosa si può fare a vostra opinione? Intendo, quale è la forma di restauro meno invasiva (così da essere preparato per rispondere a tono a chi mi dirà che bisogna passare una mano di vernice). Premetto che vorrei conservare un po di effetto antichizzato, non fare una cosa rito nuova
2) è un lavoro che con gli strumenti adeguati potrei fare anche io (che ovviamente lo farei con pazienza e cura?)
Seduta

Struttura

Dettaglio struttura 1

Dettaglio struttura 2

 3 
 inserito:: 14 Novembre 2018, 08:20:14 am 
Aperta da Paolo - Ultimo messaggio da gbrest
Sicuramente le foto possono aiutare a darti un consiglio più preciso, comunque è da valutare il periodo a cui risale il portone e su quello progettare un intervento di restauro.

 4 
 inserito:: 20 Ottobre 2018, 10:06:09 am 
Aperta da Paolo - Ultimo messaggio da Paolo
Ciao a tutti
Mi è stato chiesto di restaurare il portone della chiesa del mio paese. Essendo che non ho mai restaurato portoni posti all'esterno, non saprei che prodotto usare
Non ho visto il portone in questione ma so per certo che va sverniciato perché negli anni sono state date più mani di vari vernici filmanti
Per valutare meglio il tutto sarebbe meglio avere delle foto??
Consigli su quale prodotto usare??
Faccio notare che il portone in questione prende il sole per quasi tutto il giorno!!
Forse pier paolo masoni mi puo aiutare...
Grazie
paolo

 5 
 inserito:: 01 Ottobre 2018, 05:48:27 pm 
Aperta da ale - Ultimo messaggio da p1950m
mah, anch'io ho sempre comprato i granuli da un rivenditore specializzato e mai  mi ha detto questa cosa.

 6 
 inserito:: 19 Settembre 2018, 06:39:30 pm 
Aperta da poliphouse - Ultimo messaggio da mastea
Ciao, prova con uno straccio imbevuto di alcool etilico 99 gradi.
Mario

 7 
 inserito:: 17 Settembre 2018, 09:56:28 pm 
Aperta da ale - Ultimo messaggio da ale
Ciao a tutti,
in questi giorni mi sto confrontando con un ragazzo negli stati uniti, parlando di colla d'ossa che lui chiama colla di cavallo  mi dice che dalle sue parti si trova questo tipo di colla in granuli da sciogliere in acqua di almeno tre gradazioni di potere adesivo. (preciso che non parla di colla di coniglio)
Qualcuno di voi ha notizie in merito.... Io ho sempre acquistato granuli di colla forte ma nessun venditore mi ha mai messo il dubbio che c'è ne potessero essere di differenti poteri adesivi.
Chi ne ha mai sentito patlare?

 8 
 inserito:: 16 Settembre 2018, 02:48:44 pm 
Aperta da poliphouse - Ultimo messaggio da poliphouse
Ciao a tutti,
nel cercare di chiudere i tanti  buchi di tarlo in una sedia di noce ho commesso una serie di errori, tra cui utilizzare uno stucco bicomponente. Per allungare i tempi di indurimento ho ridotto troppo la quantità di indurente ed ora mi ritrovo con lo stucco che non indurisce piú. Rimane sempre un po' pastoso, impasta anche la carta abrasiva. C é un sistema efficace per rimuoverlo? Grazie a tutti per l aiuto.
Marco

 9 
 inserito:: 30 Aprile 2018, 11:59:18 am 
Aperta da andrio1979 - Ultimo messaggio da mahalo
ho provato una volta a lucidare con l'olio di lino cotto, ma non avevo la stessa  scivolosità che mi da l'olio paglierino nel fare scorrere il tampone
Tu l'olio lo usi cosi, oppure lo diluisci? in caso con cosa la diluisci ??
Si è un po meno scivoloso ma ci si fa l'abitudine. Io poi ne uso veramente poco. In ogni caso lo diluisco con l'essenza di trementina. Si toglie prima e meglio.

 10 
 inserito:: 29 Aprile 2018, 11:22:13 pm 
Aperta da andrio1979 - Ultimo messaggio da p1950m
Anch'io uso l'olio di lino cotto.
È un po più difficoltosa poi nella brillantatura  togliere l'olio, ma il risultato è molto bello

Pagine: [1] 2 3 ... 10
Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.5 | SMF © 2006-2008, Simple Machines LLC XHTML 1.0 valido! CSS valido!