Benvenuto! Accedi o registrati.
22 Settembre 2019, 06:38:41 am

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Ricerca:     Ricerca avanzata

E' attivo il servizio di Consulenza antiquariale "L'esperto Risponde" offerto dall'antiquario Katia Loi
15289 Messaggi in 2289 Discussioni da 1160 utenti
Ultimo utente: Fabio
* Indice Aiuto Ricerca Accedi Registrati
+  www.inforestauro.org
|-+  Il Restauro del Mobile Antico
| |-+  Arte del Restauro (Moderatori: Giuseppe, aporia, Tullio)
| | |-+  5 SEGGIOLE DA OSTERIA,....MA UN PO'..TARLATE
« precedente successivo »
Pagine: [1] Stampa
Autore Discussione: 5 SEGGIOLE DA OSTERIA,....MA UN PO'..TARLATE  (Letto 5077 volte)
fersev
Newbie
*
Messaggi: 10




Mostra profilo
« inserito:: 07 Aprile 2008, 03:16:08 pm »

Buongiorno, a casa stò modificando la cucina da "tecnoligic-moderna" in una tipo anni '50.
Ho gia acquistato il tavolo (rigorosamente con piano in marmo carrara venato grigio, con incorporato il mattarello e la tavola per fare la pasta e la credenza (anch'essa d'epoca). Fino a qui tutto ok. Ho comperato ultimamente cinque vecchissime sedie in legno verniciate a smalto bianco a più mani, credo siano di faggio o noce (non è che sia un grande esperto di essenze) e di fattura moolto artiglianale. Quando però ho iniziato a sverniciarne una ho trovato moltissimi buchi di tarlo, specialmete vicino alle inserzioni dei "gambi" con la seduta. Credo che questo crei un forte indebolimento della struttura che invece intendo rinforzare.(non si sa mai)
Chiaramente queste dovranno essere riverniciate come si faceva a quel tempo quindi a smalto.
Dopo tutta questo preambolo  sono a chiedervi alcune cose:

a)saranno ormai senza tarli o non mi devo fidare?

b) che antitarlo utilizzare?

c) per limitare il gioco su alcuni innesti, (pioli) posso usare semplice vinavil o similare?

d) Per rinforzare il legno  "alleggerito" dai fori dei tarli, possono andare bene iniezioni ripetute di vinavil diluito in acqua fino al riempimento dei fori?

e) La chiusura dei fori posso farla con mormale stucco da muro+vinavil, usare quelli sintetici pronti o altro?

alla fine gradirei un ulteriore parere: qualche falegname mi consiglia di dare una mano di fondo di cementite, altri (meno falegnami e più inclini al restauro) dicono che basta una mano di impregnante e poi posso verniciare come mi pare....

Immagino che questo messaggio non è proprio indicato per questo forum, ma ne avrei dovuto trovare uno più che altro di falegnameria, ma se avete ugualmente indicazioni..... saranno molto gradite!!
Scusate infine, il post è venuto lunghissimo ma spero di avere reso l'idea. Grazie a quanti vorranno intervenire!! Smiley

fersev
Registrato

 
Filippo Prompergher
Jr. Member
**
Messaggi: 79



Mostra profilo
« Risposta #1 inserito:: 07 Aprile 2008, 08:31:58 pm »

Di solito la sedia non è tanto amata dai restauratori in quanto non conferisce un cospiquo margine di guadagno rispetto alla mole di lavoro di cui ha di solito bisogno, nel tuo caso posso darti delle indicazioni generiche in quanto ogni lavoro andrebbe visto dal vivo.
Le tue sedie quasi sicuramente saranno di faggio, legno molto amato dal tarlo come il noce del resto, per vedere se è ancora attivo prova a dere dei competti e vedi se fuoriesce polverina nuova, oppure guarda se i fori sono bianchi, quindi freschi di sfarfallamento. Se le sedie sono laccate difficilmente riuscirai a far ben penetrare l'antitarlo in profondità.
Per quanto riguarda le stuccature puoi semplicemente usare dello stucco pronto tipo modulstuc oppure preparartelo con vinavil e del gesso.
Se gli incastri non sono fermi apri le sedie aiutandoti con il martello di gomma e nel peggiore dei casi facendo delle iniezioni con acqua calda e alcool.
Dopo di che se vuoi consolidare  puoi usare del paraloid dato a pennello oppure acqua di colla.
Rimonta tutto con vinavil ( puoi usare anche la colla a caldo ma nel tuo caso non mi sembra indicata)
Per quanto riguarda la laccatura andebbero viste, cmq se vuoi ottenere un buon risultato carteggia bene dopo di che dai un paio di mani di cementite per creare un bel fondo, carteggia e a questo punto decidi tu, a mio avviso uno smalto satinato può andare.
Spero di averti dato qualche consiglio utile, ciao e buon lavoro,
Filippo.
Registrato
fersev
Newbie
*
Messaggi: 10




Mostra profilo
« Risposta #2 inserito:: 09 Aprile 2008, 09:39:25 am »

Ciao Filippo ti ringrazio per la risposta, mi ha aiutato molto.
Ho omesso di dire che NON sono un restauratore ma un autodidatta alle prime armi con esperienze generiche su tante lavorazioni manuali, ma nessuna specializzazione o conoscenza professionale specifica. Certo, se dovessi monetizzare le ore che sto spendendo su queste sedie ......

ti chiedo solo una puntualizzazione, e cioè:
cosa intendi per "acqua di colla"?

Grazie !
Ferruccio
Registrato

 
Filippo Prompergher
Jr. Member
**
Messaggi: 79



Mostra profilo
« Risposta #3 inserito:: 09 Aprile 2008, 01:41:38 pm »

Ciao Ferruccio, hai presente quel barattolo dove si mettono a bagno i pennelli che usiamo per il vinavil?  Bene, quell'acquetta mista a vinavil è l'acqua di colla.
Oppure diluisci vinavil con acqua, ottonendo una densità ideale a penetrare nel legno da trattare.
L'acqua di colla la puoi ottenere anche dalla colla a caldo diluendola a tuo piacimento.
Ciao Filippo.
Registrato
fersev
Newbie
*
Messaggi: 10




Mostra profilo
« Risposta #4 inserito:: 11 Aprile 2008, 09:20:11 am »

A volte la realtà supera la fantasia, chissà cosa mi credevo che fosse!!
Grazie Filippo.
Registrato

 
Pagine: [1] Stampa 
« precedente successivo »
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.5 | SMF © 2006-2008, Simple Machines LLC XHTML 1.0 valido! CSS valido!