Benvenuto! Accedi o registrati.
21 Novembre 2019, 02:09:45 pm

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Ricerca:     Ricerca avanzata

E' attivo il servizio di Consulenza antiquariale "L'esperto Risponde" offerto dall'antiquario Katia Loi
15289 Messaggi in 2289 Discussioni da 1160 utenti
Ultimo utente: Fabio
* Indice Aiuto Ricerca Accedi Registrati
+  www.inforestauro.org
|-+  Il Restauro del Mobile Antico
| |-+  Arte del Restauro (Moderatori: Giuseppe, aporia, Tullio)
| | |-+  Verniciare
« precedente successivo »
Pagine: 1 [2] Stampa
Autore Discussione: Verniciare  (Letto 11723 volte)
pierpaolomasoni
Hero Member
*****
Messaggi: 2137


Mostra profilo
« Risposta #15 inserito:: 07 Febbraio 2015, 09:53:43 am »

Come già detto, in questi casi io telefono direttamente alla ditta produttrice. è l'unico modo per non perdere tempo. è vero, lo si trova soprattutto presso ditte di pulizia e trattamenti per pavimenti perchè era nato come trattamento per parquet e cotto. La Geal in passato ha tentato di introdursi nel mercato dei colorifici, ma l'operazione si è rivelata fallimentare a causa di errate strategie di marketing.
Il linfo per interno è composto da olio di lino, una resina alchidica e ossido di cobalto. In pratica è la formula base di tutte le vernici di prima del '900. Quello per esterno ha un'aggiunta di olio di thung che lo rende più resistente soprattutto ai raggi UV. costa un po di più, ma direi che è preferibile anche per gli interni: resiste di più. in esterno dura circa 7 anni; in interno molto di più. dipende dalla quantità di raggi UV che riceve. La manutenzione del mobile è ridotta al minimo. Come cera conviene usare il Linfoluce. In tal modo, in caso di sporco, si può usare un panno umido d'H2O. Eventualmente ripristinare le cera.
Registrato
Kingdoms
Full Member
***
Messaggi: 150


Mostra profilo
« Risposta #16 inserito:: 10 Febbraio 2015, 04:28:38 pm »

Caro pierpaolo,
ho provato a contattare direttamente la GAEL, mi hanno dato un numero telefonico, mentre lo digitavo risultava già essere in memoria, è di nuovo lo stesso rivenditore che mi aveva consigliato un negozio di Brescia (che non lo ha più) e un altro che nemmeno mi ha risposto, alla fine sto facendo di quei giri e numeri, senza contare il tempo perso, che sia un prodotto valido non lo metto in dubbio, però io ci rinuncio, cosa posso usare anche di sintetico a questo punto per verniciare questi mobili?
Oppure un rivenditore per esterni me lo vende a circa 80 euro + iva e trasporto 5 litri..
In commercio non ci sono vernici sintetiche o più facilmente reperibili?
io ho i mobili all'esterno che stanno prendendo umidità perché è da due settimane che provo a comprarlo, e quando lo trovo anche a questi prezzi ti dicono di registrarti pure sul loro sito per fare l'ordine.. penso che se cercassi il plutonio farei meno fatica..
Registrato
pierpaolomasoni
Hero Member
*****
Messaggi: 2137


Mostra profilo
« Risposta #17 inserito:: 10 Febbraio 2015, 06:32:44 pm »

GAETANO SERRAVALLE (Detergenti e Prodotti Chimici)
Telefono: 335 5425720
Email: info@serravallegs.it
FRANCESCO PISANESCHI (Materiali edili, Ferramenta)
Telefono: 335 6979679
Email: francesco.pisaneschi@geal-chim.it
Se ho capito bene sei di BG. Dal sito della Geal rilevo questi indirizzi come rivenditori di zona.Altra soluzione: ritelefonare alla geal e far presente la situazione: hanno tutto l'interesse a vendere!
In quanto all'eventualità di usare una vernice sintetica, tocchi un argomento al quale è difficile rispondere in modo, appunto, sintetico. Le vernici moderne sono filmanti, quindi in caso di umidità non seguono i movimenti del legno e tendono a staccarsi dopo poco tempo. L'olio di lino tende ad impregnare e, polimerizzandosi, crea un reticolo permeabile al vapore ma impermeabile all'acqua. Ciò significa idrorepellenza e traspirabilità: l'umidità eccedente presente nel legno tende ad uscire. Io ritelefonerei risentito alla Geal, ma al limite puoi usare soltanto olio di lino cotto. È una soluzione di ripiego, ma meglio di niente... telefonerei io, ma mi trovo in Africa e mi costerebbe piuttosto caro. Auguri.
Registrato
Kingdoms
Full Member
***
Messaggi: 150


Mostra profilo
« Risposta #18 inserito:: 11 Febbraio 2015, 04:25:41 pm »

Forse in Africa fai meno fatica a trovarlo!!!
Scherzi a parte sono riuscito a trovarlo in un negozietto, io sono di Brescia, non confondiamo i due luoghi solo perché c'è una B in comune nella sigla!!
Dovrò fare qualche chilometro, ma almeno ci sono riuscito Smiley

Volevo chiedere, il linfoil va diluito con qualcosa o dato puro?
grazie
Registrato
pierpaolomasoni
Hero Member
*****
Messaggi: 2137


Mostra profilo
« Risposta #19 inserito:: 11 Febbraio 2015, 06:42:04 pm »

In rete puoi trovare la scheda tecnica. Di solito conviene dare la prima mano diluita al 50% con acquaragia. Aspetti almeno un giorno, poi dai una leggera spagliettatura e, se occorre fai i ritocchi. poi lo dai puro.
Registrato
Kingdoms
Full Member
***
Messaggi: 150


Mostra profilo
« Risposta #20 inserito:: 12 Febbraio 2015, 05:28:16 pm »

Mi sto quasi emozionando ragazzi..
Sono un amante del neorinascimento (o stile rinascimentale)..
Dopo aver trattato sul prezzo di vari mobili, ho iniziato a capirci dentro qualcosa di questo stile.. un giorno io ed un amico siamo andati in un negozio che tratta mobili recuperati (finte onlus per capirci) e dopo aver promesso a me e mia mamma di smettere di spendere cosa mi trovo davanti? una sala in stile rinascimento con piedi a "cipolla" in noce a 450 euro.. tratto sul prezzo e arrivo a 400, noleggio un furgoncino e perdo 250 euro in uno specchietto rotto (+100 il noleggio).. (ed io ho la patente C) già l'emozione iniziava a fare brutti scherzi, passo 3 giornate con dei miei amici (tutta gente intelligente e selezionata) per cercare di capire come andavano assemblati quei mobili con dei leoncini dalla qui bocca sgorgano motivi floreali.. mancano dei pezzi.. dovrò ricostruirli.. dopo aver sverniciato tutto (tranne alcuni pannelli e sedie ai quali passerò un po di colore.. e litri di antitarlo.. la mia "creatura" è quasi ultimata, lucidate le manigliette con prodotti non abrasivi entrerà a far parte della sala di mia mamma, una ex cantina 800centesca, che tramite decori e listelli per farla assomigliare più ad una volta 500tesca, ospiterà i gioiellini che nel corso degli anni, sono stati rifatti, smontati, maltrattati, ma che ora ho cercato di dargli la giusta dignità.. questo sarete voi a stabilirlo non appena avrò finito, potrò condividere con voi le fotografie.. ho cercato di fare il meglio che potevo, usando la testa e il cuore.. anche se non sono un restauratore di mobili.. adesso tutto quello che rimane, oltre il lavoro fisico.. è cercare di capire come collocare quella firma che ho trovato sotto un cassetto, con un nome in matita.. Zanardelli.. forse fu lui a costruire i mobili.. un cognome Bresciano.. ma qui non credo lo stile abbia sbocciato qualche sorta di falegname..
« Ultima modifica: 12 Febbraio 2015, 05:31:47 pm da Kingdoms » Registrato
Kingdoms
Full Member
***
Messaggi: 150


Mostra profilo
« Risposta #21 inserito:: 12 Febbraio 2015, 05:33:38 pm »

So che in Africa ci sono tribù che in passato hanno scolpito mobili che in America sono disposti a pagare cifre non indifferenti
Registrato
gio5
Jr. Member
**
Messaggi: 60


Mostra profilo
« Risposta #22 inserito:: 16 Febbraio 2016, 03:02:48 am »

Per terminare la pulizia puoi usare acqua (che è il miglior solvente universale); io vi aggiungerei qualche goccia di tensioattivo ed userei un panno umido. Oppure puoi usare del solvente nitro.
In quanto alla vernice io uso il linfoil della Geal: http://www.geal-chim.it/img/47/47_st.pdf
oppure il Duroil della Durga: http://www.durga.it/mobili-arredi.php
Un altro ottimo prodotto è l'Oliocera, sempre della Durga: è un miscuglio di vernice e cera.
Rifinire con la cera: basta che quando la vernice è asciutta (se occorre la spaglietti leggermente) dai la cera.

Mi scusi ma usando un panno umidito con acqua non danneggia la patina e poi non alza il pelo del legno ?
Mi scusi la domanda non  sono un esperto e mi fa piacere conoscere le tecniche giuste .
Registrato
pierpaolomasoni
Hero Member
*****
Messaggi: 2137


Mostra profilo
« Risposta #23 inserito:: 17 Febbraio 2016, 09:07:39 am »

Come già detto, la patina è paragonabile alla nostra pelle. Il suo scopo è quello di proteggere il legno, anche dall'acqua. un pò d'acqua non la danneggia. Il pelo si alza se non vi è la patina e se è stato carteggiato. La carteggiatura è una pratica moderna che richiede la rifinitura con vernice filmante. In passato i mobili non venivano carteggiati, ma rasierati.
Registrato
gio5
Jr. Member
**
Messaggi: 60


Mostra profilo
« Risposta #24 inserito:: 17 Febbraio 2016, 11:21:24 pm »

Grazie ancora  è una persona strardinaria signor. Masoni
Registrato
Pagine: 1 [2] Stampa 
« precedente successivo »
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.5 | SMF © 2006-2008, Simple Machines LLC XHTML 1.0 valido! CSS valido!