New Page 2
logo_artanda

Galleria Artanda

di Carmelina Barbato

Acqui Terme, Via alla Bollente,11

Tel. 0144-325479 Cell. 380-2922098

email:carmelina@carmelinabarbato.it

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, www.inforestauro.org e i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
Home Galleria Artanda Gli artisti Giancarlo Moncalvo
Gli artisti
Giancarlo Moncalvo Stampa E-mail
Galleria Artanda - Gli artisti
Scritto da Galleria Artanda   

giancarlo-moncalvo

Giancarlo Moncalvo nasce a Pozzolo Formigaro (Al) nel 1940 e qui attualmente vive e lavora.

Dalla seconda metà degli anni ‘50 alla fine degli anni ‘70 si dedica ad una pittura prettamente figurativa, velata da spunti surreali.

Attratto dai capolavori di Osvaldo Licini e dalla poesia, eleganza ed originalità delle opere di Anselmo Carrea, artista di cui fu grande amico, dopo alcuni anni di ricerca approda all'astratto-informale, sino a raggiungere una sua precisa identità pittorica.

Infrequentemente espone i suoi lavori in mostre personali e collettive, preferendo esprimere la sua singolarità con dipinti di piccolo formato.

Hanno scritto del suo lavoro

Daniele Ferrarazzo “[…] Informali visioni. Tecniche miste srotolano i loro spazi nell’intrico appena percepibile di successive velature in un insistente quanto equilibrato dialogo di stesure spesso monocrome, nelle quali galleggiano schegge dalle traiettorie definite di suoni forse mai uditi. Moncalvo, prima della stesura, lascia decantare il colore anche per giorni in una sorta di rito alchemico durante il quale la tonalità precedentemente ottenuta trascende sé stessa mutando in cromie più pure e misteriose. In tale arco temporale egli veste inconsapevolmente i panni di sciamano dei gesti quotidiani, gesti che nelle trasparenze cromatiche consentono al tempo di depositarsi sul supporto, solitamente su tela o masonite, insabbiando così i resti del vissuto, i rumori di sempre uditi ora inabissati nel fondo di un personale sentire della memoria.

Ed è silenzio. E’ un percorso quello che ci propone l’artista, che astrae dapprima il periodo vedutista, in senso lato, in costruzioni fondate su architetture ancora legate alla versione naturalistica. Ma già tese verso lontani eghi spogli di ogni tentativo di rappresentazione, unendo all’atto successivo con il quale frantuma la precedente figurazione fantastica, distillandone i simboli in segni e tracce imbevute di arcana emotività.

Il sapiente tratto grafico che sorreggeva quindi il primo periodo figurativo si espande in capillari mezzi espressivi che spaziano dall’uso di campiture di fondo ad olio a tratti ad acquarello, sabbia cenere, solcati graffiti o velati e coperti da carte occasionali povere.

Una serie di sovrapposizioni e successive sottrazioni abrasive. L’intervento cromatico, seppure esiguo forse proprio per questo, platonicamente dirompente. Una sensazione più di ogni altra, una traccia, forse il nulla sotto la neve, il vuoto di un vento dal Nord e il suono muto di un sax, del quale si odono solo le pause di un invisibile respiro […]”. 

 

Visite

mod_vvisit_counterOggi1472
mod_vvisit_counterIeri1766
mod_vvisit_counterQuesta settim.6869
mod_vvisit_counterSettim. Preced.12976
mod_vvisit_counterQuesto Mese30230
mod_vvisit_counterMese Preced.54083
mod_vvisit_counterTotale visite6453363

Online : 34
Today: Ott 17, 2019

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, www.inforestauro.org e i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information