New Page 2
logo_artanda

Galleria Artanda

di Carmelina Barbato

Acqui Terme, Via alla Bollente,11

Tel. 0144-325479 Cell. 380-2922098

email:carmelina@carmelinabarbato.it

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, www.inforestauro.org e i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
Home Galleria Artanda Gli artisti Carmelina Barbato
Gli artisti
Carmelina Barbato Stampa E-mail
Galleria Artanda - Gli artisti
Scritto da Galleria Artanda   

Carmelina Barbato nasce in Molise, ad Isernia ed è proprio qui che apprende presso l’Istituto Statale d’Arte i primi insegnamenti in materia di arti applicate. E’ allieva dei maestri ceramisti Nicola Belloni e Giorgio Saturni che le danno modo di abbinare la lavorazione manuale della ceramica alla sua innata passione per la pittura e l’uso del colore.

Nel 1966 si trasferisce in Piemonte, nella cittadina di Acqui Terme (Al) dove insegna fino al 1994 discipline artistiche presso la Scuola Media Statale “Giuseppe Bella”.
Negli anni Ottanta mette alla prova la sua creatività ideando una tecnica del tutto originale che lei stessa definisce “arazzo-collage” nella quale tessuti diversi, collegati da un paziente intreccio ad ago, prendono forme e vibrazioni nuove, proprio grazie a questa particolare forma espressiva le sue opere sono risultate facilmente riconoscibili e molto apprezzate.

Opera polimaterica: Albero - 2007  Opera polimaterica: Pensieri a Colori - 2007


Inizia ad esporre dagli anni Settanta finché nel 1988 realizza la sua prima personale ad Acqui Terme alla quale fanno seguito numerose personali e collettive in diverse parti di Italia, fino alle più recenti a Mantova (Collettiva, Archivio Sartori, 2007), a Novara (Collettiva, Riseria, 2007); a Milano (Collettiva, Galleria Cortina, 2007) a Bologna (Collettiva, Galleria d’arte “La Piccola”, 2008); a Gallarate (Collettiva, Villa Delfina, 2008); a Roma (Collettiva, Vista Arte e Comunicazione, 2008); a Quiliano (Galleria d’Arte del Cavallo, 2009). Diverse sue opere sono in esposizione permanente in spazi pubblici e privati di Acqui Terme e Alessandria.

Opera polimaterica: Pensieri in bianco e nero - 2007  Opera polimaterica: Pensieri in rosso - 2007 -


Nel 1994 fonda ad Acqui Terme, insieme ad altri promotori, il Circolo Culturale Artistico “Mario Ferrari”, dedicato al maestro del ferro acquese, che presiede per circa undici anni.
Dal 1998 è socia del Progetto Angioletta Firpo di Alessandria e partecipe alle diverse iniziative. Dal 1999 è Direttore Didattico dell’Università della Terza Età di Acqui Terme (Al).
Ha partecipato a concorsi di idee per progettazioni grafiche in tutta Italia, suo è il logo della Pro Loco del Comune di Terzo (Al) e della Consulta per le Pari Opportunità del Comune di Acqui Terme (della quale è anche membro).
Nel giugno 2005 ha aperto la Galleria Artanda di Acqui Terme dove quotidianamente sperimenta la sua passione per l’arte nella duplice veste di artista-gallerista

Carmelina Barbato: Figura in china polimaterica Carmelina Barbato: Figura in china polimaterica Carmelina Barbato: Figura in china polimaterica

FIGURE POLIMATERICHE - china colorata, stoffa e inserti vari

HANNO SCRITTO DEL SUO LAVORO

Aldo Spinardi, critico d’arte e giornalista (Torino)

E’ a lui che si deve la prima definizione di “arazzo-collage” poiché sul piano operativo questa tecnica non può essere assimilata a quella tradizionale dell’arazzo.

“[…]l’arazzo-collage di Carmelina Barbato obbedisce al concetto dell’ordito e della trama; questo è naturalmente un elemento positivo, anche l’arazzo cammina con i tempi, il conflitto tra figurativo ed astratto viene superato dall’imperativo dell’espressività, la quale, pur non dimenticando la figura, tende ad allontanarsi da essa per comunicare soltanto con il colore e la struttura.

Da qualche anno utilizza per i suoi lavori materiali recuperati dal regno animale, vegetale e minerale che assembla insieme con unità di stile che le deriva, oltre che da una appropriata preparazione grafica anche da una personale originalità pittorica.

Uno degli elementi determinanti di molte delle sue creazioni è il “tempo”: paziente ricerca di spunti che dal passato traspone sull’oggi. L’Artista guarda soprattutto al mondo primitivo, quello del Paleolitico e del Neolitico, dove le figure vengono rappresentate in maniera stilizzata e l’idea è resa forte soltanto attraverso i contrasti cromatici raccolti dagli elementi della terra […]”.

Carmelina Barbato: Composizione astratta in china colorata polimaterica Carmelina Barbato: Composizione astratta in china colorata polimaterica

COMPOSIZIONI ASTRATTE POLIMATERICHE - china colorata, stoffa e inserti vari

Hanno, inoltre, scritto delle sue opere:

•Nicola Belloni, insegnante e ceramista (Isernia)
•Carla Caselgrandi, critico d’arte (Genova)
•Cino Chiodo, poeta dialettale (Acqui Terme)
•Gianfranco Cuttica, storico dell’arte (Cassine)
•Licia De Rossi, Architetto (Albissola)
•Massimo Garbarino, Giornalista (Acqui Terme)
•Piroddi Mario, Giornalista ed insegnante (Acqui Terme)
•Angelo Mistrangelo, critico d’arte e giornalista (Torino)
•Carlo Prosperi, critico d’arte e insegnante (Acqui Terme)
•Emilio Scarsi, ex Presidente Piemonte Artistico (Torino)
•Giannina Scorza, critico d’arte e giornalista (Genova)
•Jeans Servato, critico d’arte (Casale Monferrato)
•Clizia Orlando, critico d’arte (Asti)
•Viola Lilith Russi, critico d’arte e giornalista (Milano)
•Antonella B. Caldini, Architetto (Acqui Terme)     

 

Visite

mod_vvisit_counterOggi1472
mod_vvisit_counterIeri1766
mod_vvisit_counterQuesta settim.6869
mod_vvisit_counterSettim. Preced.12976
mod_vvisit_counterQuesto Mese30230
mod_vvisit_counterMese Preced.54083
mod_vvisit_counterTotale visite6453363

Online : 34
Today: Ott 17, 2019

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, www.inforestauro.org e i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information