Gli Eventi del 2008
Antologica di Paolo Spinoglio Stampa
Galleria Artanda - Eventi della Galleria 2008
Scritto da Galleria Artanda   
LA GALLERIA ARTANDA è lieta di presentare dal 5 al 27 aprile 2008 l'antologica dedicata a Paolo Spinoglio, scultore astigiano prematuramente scomparso.

L' evento, realizzato con il patrocinio della Regione Piemonte e con il patrocinio e il sostegno del Comune di Acqui Terme, Assessorato alla Cultura e della Presidenza del Consiglio della Provincia di Alessandria, avrà anche quest'anno una doppia location presso la nuova struttura MOVIcentro di Via Alessandria e presso le sale espositive della Galleria Artanda in Via alla Bollente 11 ad Acqui Terme.
HTML clipboard

Lo scultore Spinoglio aveva già esposto ad Acqui nel 1998 ed il felice ritorno delle sue opere nella cittadina termale è stato curato e fortemente voluto, oltre che dal Direttore Artistico di Artanda, Carmelina Barbato, da Raffaella Spinoglio (vedova dell'artista) e dal critico d arte Clizia Orlando.

Le opere in mostra seguono un percorso espositivo con partenza dal MOVI centro di Via Alessandria, per le sculture di maggiori dimensioni ed arrivo alla Galleria Artanda per le grafiche e le sculture più piccole.

La mostra sarà anche gradita occasione per visitare il nuovo spazio espositivo MOVI centro di Via Alessandria, frutto di una bella ristrutturazione che ha saputo conciliare le esigenze della nuova destinazione d uso al contenitore storico.

La Galleria Artanda coglie l'occasione per ringraziare, di tutto il sostegno logistico all'allestimento della mostra, l'Ufficio Economato del Comune di Acqui Terme e il geometra Mentone.



L inaugurazione avrà luogo sabato 5 aprile alle ore 16.00 presso il MOVIcentro di Via Alessandria, con vernissage presso l'Enoteca Regionale di Piazza Levi, 7. La mostra sarà aperta in entrambi gli spazi tutti i giorni (escluso lunedì) dalle 16.30 alle 19.30.

Catalogo in mostra, recensione critica a cura di Paolo Levi e Clizia Orlando.
Biografia

Nato a Torino nel 1956, Paolo Spinoglio viene introdotto alla storia dell'arte dal padre, appassionato pittore e nobile cultore degli artisti del passato. Terminati gli studi classici, avendo seguito una prima guida di disegno con Carlo Giuliano, perfeziona, durante gli studi universitari, la sua passione naturale frequentando l'atelier dello scultore Riccardo Cordero. Negli anni ottanta decide, infine, di destinare la sua attività completamente alla scultura. Sul finire di quegli anni si trasferisce con la famiglia nel Monferrato, a Mombercelli in provincia di Asti. Crea il suo laboratorio nelle vicinanze, a Canelli, in Regione Dota, dove in un grande spazio di circa 350 metri quadrati riesce a trovare anche la possibilità di installare un forno, dove potrà produrre in autonomia tutte le opere fino alla prematura scomparsa.




 

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, www.inforestauro.org e i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information