Home Glossario Antiquariato

Prodotti usati nel Restauro

Ci sono 195 termini in questo glossario.
Cerca nel glossario (sono permesse le espressioni regolari):
Comincia con Contiene Frase esatta Suona come
Tutti | | A | B | C | D | E | F | G | I | K | L | M | N | O | P | R | S | T | V | X
Pagina:  1 2 3 4 5... Pros. »

Tutti

Termine Definizione
Abrasivi

Gli abrasivi sono usati per rimuovere la ruggine, gli ossidi, le macchie di corrosione e le alterazioni sulle superfici metalliche, e per pulire e preparare la superficie del legno prima della finitura. Poiché sono disponibili in una gran varietà di tipi, ci si dovrebbe sempre assicurare di usare il grado di abrasivo corrispondente al lavoro da fare. Gli abrasivi adatti per lavori in metallo includono: corindone, gesso in polvere, lana d'acciaio, panni abrasivi, rossetto, polvere tripoli, pomice in polvere, smeriglio. Quelli per il legno includono: carta vetrata del grado più sottile, lana d'acciaio, carta vetrata più ruvida. Gli abrasivi usati per levigare il vetro sono l'ossido di zinconio e il mastice in polvere.

Acetato d'ammonio

Disponibile sia in cristalli, sia in una soluzione incolore in acqua al 50%, l'acetato d'ammonio è una preparazione innocua, non tossica, con un leggero odore di ammoniaca. Si può acquistare in piccole quantità da qualunque fornitore di articoli per laboratori chimici.

Acetato di amile

L'acetato di amile è un liquido incolore che dissolve completamente la celluloide, ed è,quindi, un solvente ideale per pitture e vernici alla cellulosa, che sono spesso difficili da levare. Può inoltre essere utilizzato per togliere le macchie dai tessuti. È altamente infiammabile, e a causa della facilità di evaporazione non va usato in uno spazio ristretto.

Acetato di Polivinile (PVA)

È una resina sintetica, che sciolta in alcool etilico (20 gr di PVA in 100 ml di alcool) forma una vernice usata per riverniciare dipinti. Un buon adesivo per ceramica e legno è fatto con l'emulsione di acetato di polivinile.

Aceto

Si può acquistare come aceto bianco o distillato. Contenendo acido acetico, può essere usato come smacchiatore al posto dell'acido acetico.

Acetone

Acetone Facilmente infiammabile. Ha un’elevata volatilità. È scarsamente tossico se non ad elevate concentrazioni. Solubilizza totalmente: polivinilacetati, sandracca, acrilici (Paraloid B72), trementina veneta, colofonia. Solubilizza parzialmente: gommalacca, mastice, dammar, elemi. Non solubilizza: cera d’api. Ha un ottimo potere solvente ed è miscibile con tutti i liquidi, perciò è usato come solvente intermediario per rendere miscibili due liquidi incompatibili (ad es. diluente nitro e acqua).

Acidi

Gli acidi formano una classe di sostanze che sono composte di idrogeno combinato con altri elementi chimici. Sono neutralizzati dagli alcali. Mentre le loro proprietà corrosive rendono gli acidi insuperabili per la pulizia degli oggetti, particolarmente per quelli di metallo, essi sono potenzialmente molto pericolosi. Gli acidi usati per la pulizia e il restauro devono essere tenuti in bottiglie di vetro chiaramente etichettate con tappi di vetro smerigliato, in un posto lontano da altre sostanze, e, ovviamente, fuori della portata dei bambini. Gli acidi non vanno mai trasferiti in contenitori di recupero, come per esempio bottiglie di bevande, con le quali potrebbero essere scambiati, ne in contenitori di plastica, poiché potrebbero corroderli, causando infiltrazioni e versamenti, che potrebbero dar luogo a una accidentale bruciatura. Usando acidi in soluzioni diluite, la regola principale è: aggiungere sempre l'acido all'acqua, e mai l'acqua all'acido!

Acido acetico

Solubile in alcool, acetone, etere etilico, acqua…. Viene venduto per usi alimentari diluito in acqua e viene adoperato nella pulitura dello sporco superficiale. Da notare che reagisce con il ferro (ad es. paglietta metallica e chiodi) macchiando di color nero il legno. Le sue concentrazioni in acqua non dovrebbero superare il 5% ed è comunque da ricordare che, come tutte gli acidi anche se in soluzione, l’acido acetico danneggia la cellulosa del legno.

Acido citrico

È un acido debole, ed è quello che conferisce asprezza al limone e al cedro. Può essere usato come soluzione al 10% in acqua per sbiancare le macchie sulla carta, e in soluzione al 5% per togliere la corrosione verde dall'argento. Una soluzione di una parte di acido citrico con due parti di una soluzione concentrata di borace in dieci parti di acqua distillata, è un efficace sbiancante per le macchie d'inchiostro. In caso di emergenza, l'acido citrico può essere usato per trattare le bruciature da alcali.

Acido cloridrico

È un acido forte e pericoloso. Può sciogliere l'oro e il platino, se se ne mescolano tre parti con una di acido nitrico (forma l'acqua regia, che è usata per analizzare l'oro fra i 9 e i 18 carati). Si deve fare molta attenzione aprendo una bottiglia di acido cloridrico, perché i vapori che immediatamente fuoriescono, possono danneggiare gli occhi.

Pagina:  1 2 3 4 5... Pros. »
Tutti | | A | B | C | D | E | F | G | I | K | L | M | N | O | P | R | S | T | V | X
Glossary 2.64 is technology by Guru PHP

Novità

Visite

mod_vvisit_counterOggi887
mod_vvisit_counterIeri1563
mod_vvisit_counterQuesta settim.887
mod_vvisit_counterSettim. Preced.10766
mod_vvisit_counterQuesto Mese21444
mod_vvisit_counterMese Preced.39011
mod_vvisit_counterTotale visite5831499

Online : 21
Today: Ott 15, 2018

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, www.inforestauro.org e i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information