Home I Pigmenti
I Pigmenti
Claasificazione dei Pigmenti Stampa E-mail
La Pittura - I Materiali
Scritto da AA.VV.   
Indice
Claasificazione dei Pigmenti
Pigmenti Violetti e Azzurri
Pigmenti Verdi
Pigmenti Gialli
Pigmenti Rossi e Arancio
Pigmenti Bruni e Neri


Pigmenti Bruni

Terra di Siena


composizione: ossidi ferrici con silicati argillosi e piccole quantità di biossido di Manganese
altri nomi: varietà: Terre, Terra di Siena Naturale (Raw Sienna) Terra di Siena Bruciata (Burnt Sienna)
origine: naturale minerale. Le varietà pùl scure sono ottenute per arrostimento
periodo d uso: usate in tutte le epoche
colore: dal bruno arancio di tono caratteristico fino al marrone scuro semitrasparente
resistenza: trattandosi di composti silicatici e ossidi insolubili presentano un ottima resistenza a tutti gli agenti
tecniche: usate in tutte le tecniche e i tempi, anche come pigmenti per velature per la loro finezza e parziale trasparenza

 

Terre d Ombra


composizione: simile a quella delle Terre di Siena con quantità più rilevanti di biossido di Manganese
altri nomi: varietà naturali (Raw Umber) a bruciate (Burnt Umber)
origine: naturale minerale; quelle (bruciate)) sono ottenute dalle prime per arrostimento
periodo d uso: venute in uso in Europa a partire dal Rinascimento
colore: bruno freddo con sottotono verdastro. Le varietà "bruciate" sono più scure con sottotono rossastro. Hanno un buon potere coprente
resistenza: sono resistenti a tutti gli agenti, tuttavia tendono a diventare più scure in olio, in quanto richiedendone notevoli quantità, col tempo formano film scuri facilmente crettabili
tecniche: usate in tutte le tecniche ma soprattutto in olio per sottofondi a causa dei difetti sopra citati

 

Bruno Van Dyke


composizione: materiale organico di tipo lignitico originatosi dalla decomposizione di piante
altri nomi: Terra di Cassel o di Colonia
origine: naturale
periodo d uso: usato soprattutto nel XVIII secolo
colore: di tonalità bruno rosso caldo con scarso potere coprente
resistenza: le sostanze organiche bituminose che esso contiene hanno tendenza a decomporsi e a sbiadirsi nelle tecniche ad acqua e crettarsi nelle tecniche a olio

 

Bruno di Verona (Bruno Trasparente)


E un pigmento bruno ottenuto per calcinazione delta Terra Verde soprattutto usato per velature essendo fine a semitrasparente. E stabile e permanente in tutte le tecniche pittoriche

 

Bitume


composizione: asfalto naturale (miscela complessa di idrocarburi ad alto peso molecolare e altre sostanze)
altri nomi: asfalto
origine: naturale minerale
periodo d uso: conosciuto dall'antichità, è stato usato soprattutto nei secoli XVIII e XIX
colore: bruno scuro trasparente
resistenza: non è un pigmento nel senso classico del termine; il principale difetto di questa sostanza è dovuto alla impossibilità di seccare completamente per cui provoca con il suo movimento larghe crettature nei film pittorici, coinvolgendo anche gli strati adiacenti. Tali effetti possono essere osservati comunemente laddove è stato largamente utilizzato
tecniche: è stato usato quasi sempre mescolato con olio di lino

 

Bistro


composizione: simile all'asfalto
origine: artificiale. Deriva dalla fuliggine catramosa ottenuta bruciando il legno di faggio
periodo d uso: dal XIV al XIX secolo
colore: marrone con sotto?tono verdastro
resistenza: sebbene abbastanza stabile in normali condizioni ha tendenza a sbiadire alla viva luce solare
tecniche: usato soprattutto per illustrare manoscritti

 

Seppia


composizione: colorante organico
origine: naturale
periodo d uso: conosciuto dai tempi dei Romani, è stato particolarmente usato nella seconda metà del XVIII secolo in sostituzione del bistro
colore: simile al bistro, più caldo e più rossastro
tecniche: è stato utilizzato per lo più in colori a tempera, non presentando buona lavorabilità in olio. I pigmenti attuali denominati "seppia" sono miscele di altri pigmenti marroni

 

Mummia


Di composizione simile all'asfalto, ricavato dai resti di alcune mummie egiziane imbalsamate con asfalto. Probabilmente usato a partire dalla fine del XVI fino al XIX secolo. E noto anche come Bruno Egiziano

 


Pigmenti Neri

Nerofumo


composizione: Carbonio amorfo
altri nomi: Carbon Black, Lamp Black
origine: artificiale: dalla carbonizzazione di gas, oli ed altri materiali organici le cui fuliggini sono raccolte con metodi diversi.
I neri ottenuti per questa via sono pigmenti stabili, usati in tutte le epoche

 

Nero di Carbone e Nero di Vite


Composizione: Carbonio amorfo le cui particelle conservano la struttura cellulare del legno da cui sono ottenute per carbonizzazione. II legno più pregiato per la preparazione di questi pigmenti è stato quello di vite. II pigmento cosi ottenuto ha sottotoni bluastri e potere coprente non elevato
altri nomi usati sono: Vine Black, Charcoal Black, Grape Black

 

Nero d' Avorio


Dalla carbonizzazione dell'avorio (anticamente) e di ossa animali (attualmente) si ottengono pigmenti neri contenenti, oltre a carbonio amorfo, notevoli quantità di Calcio fosfato e Calcio carbonato.
Tali neri, con sotto?toni bluastri e buon potere coprente, sono oggi più largamente utilizzati in tutte le tecniche.
altri nomi: Nero d ossa, Bone Black, Nero animale, Ivory Black

 

Grafite


Forma allotropica cristallina del Carbonio, di colore nero grigiastro, struttura laminare e aspetto untuoso, usata soprattutto per preparare matite da disegno

 

Gesso Nero


Col nome di Black Chalk viene indicato un materiale argilloso di carbone, di colore nero o grigio scuro, usato soprattutto anticamente (Medioevo a Rinascimento) per i disegni a pastello

 

Inchiostri Neri


Sono materiali viscosi liquidi, adatti per scultura o per stampa contenenti, quali pigmenti neri, Nero di Carbone oppure piu spesso sali di ferro dell'acido gallotannico o altri coloranti neri conosciuti con i nomi di Inchiostro di China, Chinese Ink, Iron Gall'Ink, Japanese Ink.

 



 

Visite

mod_vvisit_counterOggi1101
mod_vvisit_counterIeri1299
mod_vvisit_counterQuesta settim.3825
mod_vvisit_counterSettim. Preced.11610
mod_vvisit_counterQuesto Mese36623
mod_vvisit_counterMese Preced.45927
mod_vvisit_counterTotale visite6203127

Online : 27
Today: Mag 22, 2019

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, www.inforestauro.org e i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information