Google new 2018

Home Lucidatura col metodo misto
Lucidatura col metodo misto
Lucidatura con il metodo misto Stampa E-mail
Il Mobile - Le Fasi del Restauro
Scritto da AA.VV   

La lucidatura attuata col metodo misto è quella che prevede la lucidatura a cera da effettuarsi su un fondo preparato a gommalacca.

Questo tipo di finitura può essere eseguita su mobili non di pregio che originariamente non avevano una finitura a cera, ma che si desidera che acquistino , una volta ultimati, quell'aspetto semilucido e satinato che la cera sa così ben dare.

Sono da trattarsi in questo modo mobili rustici costruiti con legno dolce, evitando di applicare il metodo su mobili di pregio per i quali è meglio attenersi a metodi di lucidatura più attinenti alla tipologia del mobile stesso.

 

La gommalacca potrà essere applicata a pennello o a stoppino. Nel caso si usi lo stoppino si seguiranno le fasi di chiusura dei pori e lucidatura già descritte nella sezione della lucidatura a gommalacca  tenendo presente che in questa lavorazione se la gommalacca viene applicata pennello, la concentrazione  dovrà essere maggiore: 300 gr. per litro di alcool. Nell'applicazione a pennello se ne userà uno piatto a setole morbide al fine di non lasciare striature e si dovrà porre attenzione affinché non ci siano colature lungo i bordi. Se si dovessero verificare delle sgocciolature, occorrerà subito raccoglierle e distribuirle perchè una volta asciutte sarebbe più complicato rimuoverle. Le pennellate saranno date nel senso della venatura del legno.

In questa procedura, è molto importante che l'ambiente sia caldo e secco, perchè l'alta concentrazione dio gommalacca rende la vernice stessa più suscettibile a sbiancare  se si opera in ambienti freddi e umidi.

 

Quando la gommalacca (applicata a pennello o a tampone) sarà bene asciutta, si passano tutte le superfici con lana d'acciaio finissima al fine di renderle uniformemente opache  e lisce. La polvere formatasi si dovrà asportare con un pennello e aspirapolvere. Fatto questo si passerà ad una seconda mano di gommalacca come fatto prima salvo diluire maggiormente la concentrazione.

Asciutta la seconda mano si procederà nuovamente a ripassare tutta la superficie con lana di acciaio. Ora, si può decidere se ripetere l'operazione una terza volta o passare alla cera.

A questo punto si applica la cera con un tampone o con un pennello avendo cura di distribuirla uniformemente su tutta la superficie. Quando la cera sarà asciutta, passeremo a lucidarla con un panno di lana possibilmente riscaldato.

 

Visite

mod_vvisit_counterOggi7
mod_vvisit_counterIeri1534
mod_vvisit_counterQuesta settim.4874
mod_vvisit_counterSettim. Preced.10515
mod_vvisit_counterQuesto Mese18477
mod_vvisit_counterMese Preced.47196
mod_vvisit_counterTotale visite5921903

Online : 23
Today: Dic 13, 2018

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, www.inforestauro.org e i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information