Google new 2018

Home Le colle nel restauro
Le colle nel restauro
Le Colle nel Restauro Stampa E-mail
Il Mobile - I Materiali
Scritto da Autori vari   
Indice
Le Colle nel Restauro
Preparazione della colla Garavella
Le fasi di una buona presa
Le altre colle

Oggi, grazie alla chimica, si hanno a disposizione colle sintetiche con alto potere adesivo e facilità d uso.

Ma quando si parla di restauro, le caratteristiche richieste ad una colla sono ben diverse:

innanzi tutto deve possedere una buona elasticit√† per potersi adattare ai ritiri del legno che cambiano a seconda dell'essenza, della sua percentuale di umidit√† residua,  del tipo di taglio e dei fattori climatici esterni.

altra caratteristica di una buona colla da restauro deve essere la reversibilità, ovvero la possibilità di scollare facilmente le parti precedentemente unite al fine di permettere in futuro nuovi interventi di restauro.

Le colle sintetiche sono quindi sconsigliabili in applicazioni di restauro dato il loro carattere definitivo.

Pertanto l' uso di colle organiche che uniscono caratteristiche di buona capacità adesiva a quelle di elasticità e reversibilità, è quindi da preferire.

Inoltre  tale scelta √® dettata anche dai fondamentali Principi di Restauro che devono essere sempre tenuti presente nel momento in cui ci si avvicina con criterio e coscienza al restauro.

 

Fra le colle di origine naturale usate nel restauro sono:

Colla da falegname o Colla Garavella

Colla Caseina

Colla di Pesce  (usata nella tecnica della doratura)

Colla di Coniglio (usata nella tecnica della doratura)

 

Regole generali per un buon incollaggio

Superfici Pulite: Tutte le parti da unire devono essere pulite, asciutte e prive di grasso. Ci√≤ √® essenziale per ottenere una buona tenuta . Inoltre non devono essere presenti residui della vecchia colla, unica eccezione √® il caso di colla animale  dove, anche se comunque √® consigliabile togliere i residui di colla vecchia, questa col calore della nuova, si amalgama nuovamente.

Metodo d' applicazione: premesso che vanno seguite le istruzioni presenti sulla confezione, generalmente si pu√≤ dire che le superfici da unire devono essere entrambe coperte di colla, ma meno ne avanza a unione ultimata meglio √®. Un buon fissaggio dipende dallo stretto contatto delle superfici, non dalla quantit√† di colla. Ogni volta sar√† possibile √® meglio usare morsetti e fermi al fine di fare uscire la colla in eccesso e per mantenere una pressione costante fino a completo indurimento della colla. Se il laboratorio √® ben riscaldato, la maggior parte delle colle asciugher√† pi√Ļ velocemente. Conviene che le superfici da incollare non siano ben levigate ma ruvide, infatti viene usata un ferradenti (pialla con un particolare ferro) per rendere pi√Ļ ruvida la superficie da incollare.

 

La Colla Garavella

Colla garavellaLa Colla Garavella è comunemente nota anche come colla forte, colla gelatina o colla animale, è tradizionalmente la colla da falegname e le sue origini si perdono nei secoli, quando gli antichi artigiani iniziarono l' uso di adesivi nella unione di giunti e lastronature in aggiunta al semplice uso di chiodi o incastri.

Questa colla fu praticamente l' unica usata fino agli anni 30 quando entrarono in uso le colle sintetiche o viniliche.

Essa consiste in una gelatina , ottenuta facendo bollire i cascami di animali, pelle, ossa, unghie e una volta asciutta, viene commercializzata nei negozi di Belle Arti normalmente in perle color ambra ma anche in polvere o tavolette viene usata oltre naturalmente per l'incollaggio anche per la preparazione degli stucchi a base di terre colorate.

L' uso di questa colla non √® semplice in quanto occorre attenersi a rigide regole di preparazione e uso per poter ottenere il meglio, ed √® forse per questo che sono state sostituite con le colle moderne che sicuramente sono di pi√Ļ pratica utilizzazione.

Poiché noi noi non ci accostiamo alla costruzione di nuovi mobili ma al restauro di quelli costruiti almeno un centinaio di anni fa , o quasi, siamo "tenuti" a usare materiali e tecniche di costruzioni adottate originalmente.

Comunque, a parte le difficoltà iniziali che saranno superate con la pratica, questa colla ha le caratteristiche ideali di elasticità e reversibilità che ne fanno la colla principe del nostro lavoro.

 



 

Visite

mod_vvisit_counterOggi6
mod_vvisit_counterIeri1534
mod_vvisit_counterQuesta settim.4873
mod_vvisit_counterSettim. Preced.10515
mod_vvisit_counterQuesto Mese18476
mod_vvisit_counterMese Preced.47196
mod_vvisit_counterTotale visite5921902

Online : 22
Today: Dic 13, 2018

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, www.inforestauro.org e i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information