La scomparsa di Antonio Trifoglio grave lutto nel mondo dell’arte

Fonte: Gazzetta del SUD online 1-3-2011

La scomparsa di Antonio Trifoglio grave lutto nel mondo dell’arte  
Antonio Condò


Sant’Ilario dello Jonio
Grave lutto nel mondo dell’arte. All’età di 87 anni, si è spento ad Empoli, dove abitava con la famiglia, Antonio Trifoglio, pittore di fama nazionale, legittimamente considerato come uno di più genuini interpreti dell’arte contemporanea. La notizia è stata diffusa ieri da uno dei figli dell’artista che, da Empoli, ha telefonato ad alcuni amici di Sant’Ilario dello Jonio, dove, nel 1924, l’artista era nato.
Dopo avere studiato al “Mattia Preti” di Reggio, Trifoglio si diplomò al liceo artistico di Napoli e, successivamente, all’Accademia di Belle Arti di Firenze, alla scuola di Primo Conti. Nel 1940, ancora studente al liceo artistico reggino, fu aiuto del maestro Salvatore Cascone; cinque anni dopo si trasferì in Toscana e, nel 1949 a Milano. Nel capoluogo lombardo frequentò per alcuni mesi l’Accademia di Brera, da allievo di Giacomo Manzù (decorazione) per poi passare al “Beato Angelico”.
Affermatosi nel mondo dell’arte alla fine degli anni quaranta, Trifoglio ha al suo attivo centinaia di manifestazioni regionali, nazionali, europee ed americane riscuotendo meritatissimi successi siglati da premi e riconoscimenti vari. Sue opere sono esposte, oltre che in centinaia di “personali”, anche presso enti pubblici, chiese, gallerie d’arte e pinacoteche. Un’intera sala è a lui dedicata presso la Pinacoteca della Fondazione Nosside”, a Palazzo Nieddu a Locri.
Di Trifoglio hanno scritto i migliori critici d’arte italiani ed internazionali; delle sue opere si sono occupati i maggiori organi d’informazione televisivi e della carta stampata, riviste specialistiche (Enciclopedia universale dell’arte moderna, Seda , Annuario toscano delle Arti, Catalogo Bolaffi, Scena illustrata, La procellaria, solo per citarne alcuni).
A Sant’Ilario il maestro tornava ogni anno. Dei sentimenti di cordoglio della comunità santilariese si sono resi interpreti, facendo affiggere manifesti listati a lutto, il sindaco Pasquale Brizzi, e il presidente della Pro Loco, Ugo Mollica. «Una gravissima perdita per l’arte e per la cultura italiana», commentavano ieri sera tantissimi estimatori di Trifoglio, tra cui Renato Mollica, presidente dell’Epizefiri Film Festival. I funerali si svolgeranno molto probabilmente domani ad Empoli. La salma dovrebbe giungere giovedì a Sant’Ilario, dove sarà tumulata.

http://www.youtube.com/user/circartfigempoli
http://www.youtube.com/watch?v=O_a6fiaaGH4


 


0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »