Oratorio di S. Francesco in Confortino

Vai alla Photo Gallery

Stato attuale di conservazione

L’ edificio mostra purtroppo i segni che l’ umidità riportata dal terreno e le intemperie possono arrecare alle strutture nel tempo.
In particolare si possono notare i segni di alcune infiltrazioni di acqua dal coperto in corrispondenza dell’appoggio di alcune capriate sulla muratura portante, proprio nei punti dove le strutture lignee hanno maggiore necessità di traspirabilità e ambiente secco per evitare la formazione di muffe e funghi patogeni capaci di attaccare e distruggere nel tempo l’appoggio delle travature principali.

Infiltrazioni d acqua dal coperto Infiltrazione d’ acqua piovana

Le infiltrazioni sono dovute allo scivolamento dei coppi lungo la falda del tetto.
Il movimento è dovuto in parte al fatto che il tetto mostra una pendenza accentuata rispetto alla media dei 35-45 % che siamo soliti ritrovare sulle coperture degli edifici delle nostre zone geografiche.

Questo spostamento non fa altro che scoprire piccole aree del tetto esponendo il sottostante tavolato alla infiltrazione delle acque piovane. Limitando il grado di protezione interna nei confronti delle strutture lignee principali.
Al piede delle murature troviamo invece con buona evidenza gli effetti deterioranti prodotti dalla risalita di umidità, che in diversi punti raggiunge anche i due metri di altezza dal livello del pavimento.

A causa dell’impossibilità di provvedere al continuo ripristino degli intonaci e delle decorazioni a base di gesso, situate al piede degli altari laterali, tutte le sovrastrutture e decorazioni ricadenti nella fascia compresa tra 0 e 2,00 m. di altezza sono state rimosse perché completamente disgregate, insieme agli intonaci, in modo da lasciar traspirare il più possibile la muratura e limitare la formazione di muffe e polveri.

La risalita di umidità nelle murature antiche è un fenomeno piuttosto usuale , ma nella fattispecie accresciuto in senso peggiorativo dal fatto che esternamente il terreno è addossato senza ulteriori protezioni o sistemazioni drenanti vicino al piede delle murature e che internamente il pavimento in tavelle di cotto è presumibilmente appoggiato direttamente sul terreno.

Si nota il Basamento privo di intonaco

Questo fa si che la muratura immersa in un ambiente costantemente umido e in assenza di drenaggi o ventilazioni, riporti per osmosi lo stesso grado di umidità presente nel terreno alle strutture sovrastanti in elevazione fino a trovare un punto di equilibrio.
Per poter restaurare e conservare a lungo la struttura si propongono quindi una serie di interventi differenziati e non necessariamente concomitanti, per quanto utili e urgenti.

Infiltrazioni nell’ambone Danni provocati dall’umidità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »