Oratorio di S. Francesco in Confortino

 

Vai alla Photo Gallery

Presentazione del Progetto

In autunno del 2007, proprio all’interno dell’Oratorio si è tenuto un incontro di presentazione del Progetto di Restauro a cui hanno partecipato, oltre la cittadinanza interessata, gli imprenditori di Anzola e Crespellano sensibili a tale iniziativa.

Ha introdotto l’ incontro il parroco di Anzola dell’Emilia, don Stefano Guizzardi elencando le motivazioni che ci portano a sostenere tale progetto, sono seguiti poi gli interventi della dott. Silvia Rubini, storica dell’arte, che ha effettuato una interessante panoramica storica sulle origini e successivi avvicendamenti dell’Oratorio. E seguito infine  l’intervento dell’architetto che ha evidenziato lo stato di conservazione attuale caratterizzato da alcuni guasti importanti dovuti essenzialmente a infiltrazioni piovane e di umidità elencando i passi essenziali per un recupero conservativo atto a ridare piena usufruibilià dell’opera.

Il pensiero di don Stefano Guizzardi

In un paese come il nostro in cui abbondano le opere d arte ereditate dal passato, ci si deve chiedere come e dove trovare le risorse economiche per conservare questo patrimonio.

E importante non sottrarre al cittadino italiano quello che è uno specifico nostro privilegio, invidiatoci dagli altri, cioè quello di poter godere di un patrimonio artistico diffuso.

Tante volte, le risorse economiche per conservare tale patrimonio sono reperite con un autofinanziamento attraverso un biglietto di ingresso.

L Oratorio di San Francesco in Confortino non ha tanti visitatori, che possono garantirgli di fare fronte alle spese del restauro, anche per la sua locazione un po periferica e nascosta.

Primavera 2008: Presentazione del progetto Restauro dell’Oratorio:al microfono il Sindaco di Anzola dell’Emilia Loris Ropa, seduti da sinistra il Parroco della parrocchia di Anzola dell’Emilia, don Stefano Guizzardi, la storica dell’Arte dott.ssa Silvia Rubini e l’ architetto dott.ssa Mazzarella .

Un progetto di questo genere sarebbe anche ingeneroso nei confronti dei residenti della zona, che considerano quest’opera d arte di loro “proprietà”, perchè entrata a far parte della loro cultura e della fisionomia del territorio.

Ecco allora il progetto di rivolgerci ai parrocchiani e alle Ditte del nostro territorio, per chiedere loro di fare loro un investimento economico di carattere culturale, che permetta di fruire della bellezza di questa Chiesa in un modo gratuito e libero, incrementando però la conoscenza e la visita delle persone interessate.

Nell’arte i soldi saranno sempre ben spesi e ne avremo un ritorno anzitutto in termini di civiltà e di pace.”

Il pensiero del sindaco di Crespellano:

“È con grande piacere e soddisfazione che ho condiviso l’iniziativa del parroco di Anzola dell’Emilia Don Stefano Guizzardi di ristrutturare la chiesa di San Francesco in Confortino.

Come ho ricordato nella mia presentazione del volume “Il Confortino” pubblicato nel mese di Novembre del 2007, quei luoghi mi evocano importanti e bellissimi ricordi della mia infanzia: nella chiesa di San Francesco venivo alle lezioni di dottrina tenute dalla mitica Enrica Barbieri detta l’Andrèca e spesso venivo a giocare con i miei amici.
Ho aderito con un forte impegno fattivo alla ricerca di sponsor per contribuire a pagare i costi del progetto per i lavori di ristrutturazione, perché si andrà a recuperare un importante opera storica del Comune di Crespellano, la costruzione infatti da ricerche storiche risale alla fine del 1200.Come sempre la grande generosità degli imprenditori locali è stata decisiva per il raggiungimento di una cifra ottimale per dare inizio ai lavori di restauro.

Il sindaco di Crespellano in occasione della presentazione del Progetto

E con il forte impegno di Don Stefano e dei suoi più stretti collaboratori, vedremo sicuramente in tempi brevi il pieno recupero dell’edificio e la chiesa di San Francesco in Confortino tornerà al suo originario splendore.”

E dovuto quindi proprio all’iniziativa dell’attuale parroco di Anzola dell’Emilia, don Stefano Guizzardi, l’ avvio del progetto per il restauro dell’edificio, finalizzato anche alla diversificazione del suo utilizzo sia come luogo di culto, sia come sede per concerti e iniziative di carattere culturale.

A tale proposito si è costituito, a valle della presentazione citata,   un comitato composto da imprenditori locali, con sostegno delle Amministrazioni Comunali di Crespellano e di Anzola dell’Emilia.

Dopo pochi mesi da questo incontro di lancio dell’iniziativa, grazie alla adesione al progetto di numerosi generosi imprenditori sono stati individuati i fondi e quindi si è potuto dare inizio ai lavori di restauro dell’Oratorio  di San Francesco in Confortino nel Comune di Crespellano alle porte di Bologna. L’oratorio, che risale al XIV sec, è compreso nella Parrocchia dei Ss. Pietro e Paolo di Anzola dell’Emilia.

Iniziano i lavori di Restauro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »