Oratorio di S. Francesco in Confortino

Vai alla Photo Gallery

Gli interventi di restauro proposti

Il primo intervento da proporsi è sicuramente quello da eseguirsi sulla copertura in modo da proteggere opportunamente le strutture lignee sottostanti, preservando inoltre le murature e gli intonaci interni dall’infiltrazione di acqua piovana.

L intervento, da eseguirsi con ponteggio perimetrale appoggiato sul terreno, prevede la rimozione dei coppi, la verifica dello stato di conservazione delle strutture lignee principali, secondarie e assito, la posa di un telo traspirante al vapore con funzione impermeabilizzante, la posa dei coppi con muratura a file alternate, la sostituzione delle lattonerie in rame.

I lavori all’Oratorio in una giornata invernale

Il secondo intervento è quello da realizzarsi per il risanamento del piede della muratura.
Esternamente si propone una sistemazione dell’area cortiliva e del sagrato con abbassamento e ratifica della quota esterna del terreno, e la realizzazione di un sistema drenante ventilante su tutto il perimetro della muratura, in modo da limitare il ristagno di umidità. si propone inoltre di ripristinare la pavimentazione in acciottolato che ancora sussiste al di sotto dell’attuale quota del terreno e che era in auge ancora alla fine degli anni 60.

Internamente si propone di rimuovere e recuperare le tavelle di pavimentazione, realizzare un vespaio aerato con particolare cura in prossimità delle murature in elevazione, riposizionando poi le tavelle originarie di pavimentazione.

Per preparare le murature ad un successivo trattamento di restauro è necessario rimuovere con sabbiatrice a grana fine o idropulitrice l’intonaco oramai disgregato allocato sulla muratura interna ed esterna, provvedendo poi alla stuccatura e stilatura dei giunti sulla parete esterna.

Il terzo intervento, da programmarsi una volta solate al piede e in parte deumidificate le murature in elevazione, è quello di provvedere al rifacimento della porzione di intonaco interno mancante con prodotti a base di calce o macroporosi di idoneo spessore con successiva tinteggiatura a base di terre naturali

Vistoso effetto dell’umidità su parete esterna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »