Vendere Antiquariato

A volte è solo per un caso che ci si avvicina al mondo dell’Antico per vendere nel mercato dell’antiquariato oggetti ricevuti inaspettatamente.

Fonte: Vendita antiquariato su AntiquariaToo.com

Sono tutt’altro che insoliti e rari i casi in cui, fortuitamente o meno, ci si accorge di possedere un oggetto di antiquariato, magari tralasciato per “eredità familiare” da un antenato preciso e mai -ovviamente- conosciuto in vita. Si tratta di episodi che spesso e volentieri coloriscono la vita di numerose persone e che, con altrettanta incidenza, gli permettono di affacciarsi al mondo dell’antico, in un certo senso preferendolo (almeno per quel che concerne l’estetica) alla tecnologia che li attornia. Questo è stimato come uno dei motivi che avvicinano una persona alle meraviglie dell’antiquariato e che, con l’incedere del tempo, potrebbe far di essa un esperto del settore.

In effetti, i pezzi di antiquariato non sono chincaglierie da esporre perché soltanto deliziose alla vista; vi è da riconoscere, infatti, che ognuno di quei pezzi ha una storia che l’ha forgiato e che lo rende oltremodo affascinante. I dettagli della struttura, le incisioni, i particolari talora celati (come accade nelle monete, ad esempio) sembrano quasi fondere il fantastico con il realistico, in un connubio che riesce per un attimo a travalicare l’immaginazione umana e a sfociare nell’illusione del preternaturale.

I professionisti, che davvero hanno un occhio per il vetusto, ne sanno discernere più di chiunque altro la bellezza, e se intendono vendere o soltanto intravedere dell’antiquariato pregiato, Antiquariatoo.com è il sito che fa per loro.

Vendere antiquariato online

Il mercato dell’antiquariato, pur grazie ai tempi moderni, sta evolvendosi con rapidità, il che, dati gli oggetti venduti, sembra un po’ un controsenso. Grazie alla rete internet, oggi è possibile vendere i propri oggetti dell’antiquariato online. Benché si tratti di una pratica assai diffusa oggigiorno, con altrettanta frequenza si verificano le cosiddette frodi. Infatti, gli utenti che si spacciano per fedeli compratori, sono numerosi e all’apparenza sembianti di persone comuni. Basta tuttavia una ricerca tutt’altro che dispendiosa -in termini di energie e fondi- per risalire alla veridicità di alcuni account sospetti, oppure affidarsi a siti di vendita professionali.

Nonostante le problematiche affibbiate alla pratica, vendere online potrebbe rivelarsi producente (stando comunque attenti con chi si decide di concludere l’affare). Quando si vende online e il desiderio è quello di attirare clienti veri e interessati, sarebbe  bene esporre delle foto chiare in cui l’oggetto è ben visibile. Sarebbe inoltre opportuno affiancare scatti dell’autentificazione del bene, così che i compratori si sentano invogliati ad acquistarlo, poiché sarebbe la prova inconfutabile della sua esistenza, oltre che della sua autenticità.

Sarebbe consigliato, alla fine della transazione, chiedere una recensione dell’affare e pubblicarla a bella posta sull’account che si gestisce.

Siti dove vendere antiquariato

Uno dei siti maggiormente conosciuto per la vendita di antiquariato online, è il famoso eBay. Nonostante si tratti di una piattaforma tanto nota quanto utilizzata, eBay è uno strumento di compravendita in cui è possibile vendere e acquistare praticamente di tutto.

Cosa significa ciò?

In brevi parole, non si tratta di un sito pensato per amanti e professionisti dell’antiquariato. Non esistono funzionalità apposite per chi si accinge a vendere o a comprare un oggetto antico; il sito è comunque sicuro, ma come già detto, non è il massimo per chi predilige l’antiquariato.

Antiquariatoo.com, dal suo canto, possiede varie funzioni che i professionisti possono utilizzare per mettere in vendita al meglio la merce che possiedono.

La piattaforma pone a disposizione i seguenti vantaggi per gli antiquari:

  • abbonamento flessibile;
  • nessuna commissione sul venduto;
  • 2 mesi di prova gratuiti.

I vantaggi sono diversi anche per gli utenti che atterrano sul sito, come:

  • l’esperienza dell’utente è innovativa e intuitiva;
  • può essere visionata una mappa interattiva sulla quale trovare gli annunci in base alla propria ubicazione;
  • chat integrata, per richiedere informazioni dirette al venditore .

Antiquariatoo.com è una piattaforma sicura, sulla quale gli antiquari possono pubblicare i loro annunci e contare su un’utenza affidabile, ed in target con il settore infatti, gli utenti di AntiquariaToo sono tutte persone che stanno cercando online oggetti di antiquariato da acquistare.

Vendere antiquariato

Uno dei punti che i professionisti dell’antico desiderano chiarire nei riguardi della loro professione e/o della loro passione, ha a che fare con la vendita degli oggetti che riescono a ottenere. Per prima cosa, partecipare a dei mercatini dell’antiquariato per esporre la propria merce, è sempre cosa buona e giusta. Certo, qualora si avessero pezzi rari e oltremodo costosi, sarebbe consigliabile recarsi altrove, ma nel caso si volessero mettere in vendita degli oggetti meno costosi, approfittare di un mercatino potrebbe rivelarsi più interessante di quel che sembrerebbe. Di sicuro, molti appassionati sarebbero confinati in uno spazio non troppo ampio e sarebbe dunque impossibile passare inosservati, soprattutto se a catturare l’attenzione dei possibili compratori, fossero degli abbellimenti piuttosto appetibili. Ad esempio, non è inusuale che, ad abbellire i mercatini dell’antiquariato, presenzino meraviglie di vita arcaica come fossili.

Alcuni di essi, se fatti verificare e valutare da un esperto, sono in grado di fruttare una cospicua cifra al venditore. Ostentandone alcuni nei mercatini dell’usato, potrebbe essere anche un ottimo modo per attirare potenziali clienti, siccome gli appassionati degli oggetti in questione sono numerosi e di tutte le età.

A esclusione dei mercatini e dell’ovvia apertura di un negozio di antiquariato, qualora si avesse la disponibilità economica e una buona dose di pazienza, la possibilità di poter vendere degli oggetti di antiquariato costosi, potrebbe risiedere nelle tanto fantomatiche aste. In Italia, ad esempio, stanno andando molto di moda i cimeli dell’arte orientale (cinese e giapponese, soprattutto). I pezzi più pregiati, come scranni, armadi, quadri e che più ne ha più ne metta, sono venduti con un maggior profitto proprio nelle aste, poiché gli estimatori sono presenti in gran numero e, trattandosi per l’appunto di un’asta, ognuno di essi può contare su di un facoltoso supporto economico.

Questa è un’eventualità che il professionista non deve mai sottovalutare, nonostante la somma più o meno vistosa da concedere per la partecipazione all’evento e/o allo staff che anima l’asta, tra cui anche il banditore. Se rapportato al probabile introito, la cifra da versare potrebbe apparire addirittura irrisoria.

Il consiglio è sempre quello di ottenere la valutazione di un esperto che attesti ulteriormente l’originalità dell’artefatto o del rimasuglio di vita. Il motivo? Quando prima si è parlato di fossili, non lo si è fatto tanto per dire: recentemente, lo scheletro fossile di un triceratopo è stato venduto a un’asta per oltre 5 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »