L’accordatura ogni quanto farla??

Domanda

Buongiorno,
avrei bisogno di una valutazione su un pianoforte verticale, colore miele con intarsio centrale, 50 tasti, Thurmer matricola 51764, ottimo stato.
Manca solo l’accordatura (l’ultima risale a circa 20 anni fa). L’ho sempre tenuto in casa per cui è in ottime condizioni. Ho solo, purtroppo, smesso di suonarlo.
Grazie.
Cristina

Risposta

Gentile Cristina,

lo strumento in questione è del 1917.

Impossibile (come sempre) ogni discorso senza immagini dettagliate, interne ed esterne. Un pianoforte può presentarsi in qualunque condizione, anche se “sempre tenuto in casa”. 

Una piccola nota: lei parla di “ottimo stato” e cita poi “..manca solo l’accordatura”.

Una precisazione a questo riguardo: la manutenzione di un complesso strumento musicale

qual’è il pianoforte necessita non “solo” , bensì “tassativamente” dell’accordatura periodica (e controllo dello stato della meccanica almeno).

Si sa che per mantenere in ordine un pianoforte bisognerebbe effettuare un’accordatura una volta all’anno. Chi lo suona molto anche due volte l’anno.

Se lo strumento viene suonato poco (o raramente) si può spostare un poco l’intervento. Se non viene affatto suonato destiniamogli almeno una misera occhiata di un tecnico ogni 3-4-5 anni….

20 anni (!!) di non manutenzione sono realmente una vita, e in un arco di tempo simile qualche effetto non proprio entusiasmante lo si potrà di certo vedere.

Il pianoforte deve lavorare, suonare. Solo così il complesso e variegato insieme di elementi, molto diversi tra loro, può maturare “all’unisono”…cioè in movimento. La tavola di risonanza ancor più; ha bisogno di vibrare per non subire “ingessamento” (perdoni il termine).

Questo naturalmente è soltanto il mio personalissimo parere.

Cordiali saluti

S.R.

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »