Pianoforte Succ.ri Aymonino

Domanda

Salve , Vorrei sapere da Lei (Ho trovato il suo sito cercando la marca Succ.ri Aymonino) Se è vero ciò che mi disse anni fa un accordatore e cioè che il pianoforte che ho in casa è inutilizzabile. Non regge cioè l’accordatura. La marca è come scritto sopra Succ.ri Aymonino. Altre indicazioni non ne saprei dare. Aprendo si vedono i martelletti di legno (non rida). Credo che risalga ai primi decenni del novecento. Cosa mi può dire in proposito? Grazie

 

Risposta

Gentile Maria Grazia,

i vecchi pianoforti di questa ditta torinese sono ancora abbastanza diffusi.
La qualità costruttiva risulta sempre piuttosto scarsa negli esemplari che ho trovato.
Un pianoforte può essere considerato “morto” solo nel caso abbia un telaio integralmente in legno. In questo caso è sconsigliabile qualunque tentativo di mettere mano al portafogli e sostenere un restauro; il risultato dell’accordatura di questi strumenti è indecente.
Viceversa se presentasse una struttura in ferro,o meglio ancora in ghisa (ma dubito in questo caso) e avesse un valore affettivo importante, si può valutare eventualmente un intervento.
Mi servirebbero alcune foto della parte interna, compresa la sezione inferiore dello strumento (aprendo lo specchio inferiore,dove ci sono i pedali) per poterle dire con certezza di cosa si tratta.

Cordiali saluti,
Stefano Rogledi

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »