Pianoforte Romhildt Weimar

Domanda

Egregio signor Rogledi
Ho acquistato nel 1997 un pianoforte verticale tedesco ROMHILDT WEIMAR (n°serie 7868) costruito tra il 1913 e il 1914 (così mi era stato detto) in ottime condizioni generali,da una studentessa del conservatorio che lo utilizzava e accordava regolarmente.
Nel 1997 era stata fatta una valutazione da un negozio di Milano e su quella valutazione l’ho acquistato per Lire 4.500.000.
Da quel momento non è più stato suonato, ma solo curato e pulito ed è nella mia sala come mobile d arredo.
Detto questo volevo avere da Lei notizie del produttore, una sua opinione generale ed una valutazione attuale.
Allego delle fotografie in una cartella zippata.
La ringrazio anticipatamente per lo spazio offertomi e le faccio i miei più sinceri complimenti per la competenza e la cordialità, stò leggendo piano piano tutte le consulenze fatte nel 2005 e nel 2006.
cordiali saluti
Fulvio

Risposta

Gentilissimo Sig. Fulvio,
questo spettacolare strumento è del 1908.
Le condizioni tecniche ed estetiche sono splendide.
Come (quasi) tutti i pianoforti tedeschi, denota una costruzione senza risparmio alcuno, sia in termini di qualità dei materiali che di assemblaggio. Ne ho accordato e regolato un esemplare simile poco tempo fa; timbro e risposta meccanica ineccepibili.

Questa firma, nata nel 1845 a Weimar ha cessato la produzione nel 1930. Il marchio è stato ripreso nel 1980 dalla “Deutsche Piano-Union” di Lipsia, con una produzione però di medio-bassa qualità.
Non ho notizie attuali circa questo marchio che un tempo produceva pianoforti senza dubbio di fascia alta.
Concordo con la quotazione, un po ritoccata a mio avviso verso l’alto, in virtù delle considerazioni fatte precedentemente: 2500-3000 euro, non meno.

Cordiali saluti e un rigraziamento sincero.
Stefano Rogledi

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »