Credenza da cucina a due corpi

Questa è una  credenza in castagno (vedi immagine di copertina) , dei primi decenni del Novecento. E’ composta da due corpi, uno inferiore che con sportelli chiusi, racchiude un vano divisi a metà da un ripiano. Nella fascia sotto al piano sono presenti due cassetti .

Nel corpo superiore sono presenti due ante a vetri che delimitano uno spazio anch’esso sudddiviso da un ripiano.


Il corpo superiore  non appoggia direttamente sul piano di quello inferiore, ma risulta sollevato appoggiando anteriormente su due colonnine e  posteriormente su di un adeguado supporto.

rst_001d
La schiena del corpo superiore prima del restauro

l mobile, abbandonato in una cantina risultava in condizioni pietose.


Nella foto sopra si vede la condizione in cui si trova la schiena del corpo superiore: le assi che la formano sono praticamente tutte scollate ed alcune sono da ricostruire perchè irrimediabilmente tarlate.

rst_001a
Il montante distrutto sul piede

Nella foto è mostrato il particolare del montante posteriore nel punto in cui, termina e forma il piede. L’ umidità ha praticamente distrutto il piede che sarà da ricostruire. Qui si intravede il fondo che praticamente non esiste più.


rst_001b
Il fianco e il piano del mobile

La prima fase di lavorazione è stata quella dello smontaggio di tutte le parti non stabili o di quelle che necessitavano di essere ricostruite. La foto a fianco, sulla sinistra un lato del corpo inferiore e sulla destra è mostrato il piano smontato ed appoggiato in verticale dove si possono  notare i due fori che originariamente ospitavano le spine delle colonnine. Inoltre si nota come si è rovinato il legno sia nella patina che nella struttura (presenza di crepe). 

rst_001g

 Nella foto qui sopra,  terminato lo smontaggio, mi è rimasto integro il solo telaio o poco più. ridotto la parte inferiore ai minimi termini. E rimasta solo la struttura, Da qui ho ricominciato a riassemblare tutte le parti dopo averle ricostruite o consolidate. Essendo state perse le colonnine, le ho fatte ricostruire da un tormitore.

rst_001e

La foto mostra a parte inferiore quasi terminata, e qui mi sto apprestando a  mettere a punto l’alzata per la parte superiore. 

Non avendo trovato del castagno vecchio, come per le   parti  che avevo  sostituito nella fase precedente, ho comprato un asse di faggio che ho poi sagomato. 

Dopo il restauro, (foto idi copertina), questa credenza ha ripreso la sua dignità e può essere usata ancora per tanti anni. 

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »