Maschera di stoffa

Vi comunico che è in stampa presso la casa editrice “Dino Audino” un mio manuale sulla maschera di stoffa con la prefazione di Luciano Mariti.

A cura di Ezio Flammia

Questo manuale, dopo aver esposto gli aspetti salienti del percorso storico della maschera di stoffa, a iniziare dal cartonnage egiziano, si rivolge al lettore per guidarlo, in modo semplice e piacevole, all’apprendimento delle tecniche per realizzarne alcune.

Maccus nr. 1: vista di profilo: è una maschera ad elmo che copre l’’intera testa dell’attore di Ezio Flammia,
Maccus nr. 1: vista di fronte: è una maschera ad elmo che copre l’intera testa dell’attore di Ezio Flammia.

 Il manuale è, per questo, una guida alle esecuzioni delle maschere, sia secondo le tecniche tradizionali, sia mediante nuovi metodi più pratici e veloci.

Quest’ultime sono più appropriate non solo agli “addetti ai lavori“ come scenografi e scenotecnici, maestri cartapestai, studenti delle Accademie di Belle Arti e dei Licei artistici, ma anche a chi vuole cimentarsi nell’arte della maschera pur senza avere alcuna esperienza manipolativa nel settore. Le maschere, realizzate con le metodologie aggiornate, sono eseguite, non solo in tempi brevi, ma con materiale per lo più del riciclo e meno ingombrante.

Maccus nr.2 :  maschera che nasconde solo il volto dell’attore di Ezio Flammia.
Gruppo di maschere di stoffa di Ezio Flammia
Gruppo di maschere di stoffa di Ezio Flammia

Le fasi esecutive delle maschere, dalle più semplici a quelle complesse, dall’inizio alla conclusione del lavoro, sono descritte minuziosamente e corredate da un’accurata documentazione fotografica che oltre a fare da  supporto al testo, aiuta ad apprendere meglio i vari passaggi dell’esecuzione.

Copertina del libro di Ezio Flammia

Il percorso comincia dall’esposizione delle maschere eseguite secondo la tecnica tradizionale e termina, dopo aver illustrato, con esempi pratici, le varie realizzazioni, con l’esecuzione di una maschera sovradimensionata, per uso scenico, senza l’utilizzo sia del prototipo d’argilla e sia del calco di gesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »