Casa Castellana in via Balbi Porta


Progetto di recupero e restauro conservativo di un’abitazione privata sita in Alice Bel Colle via Balbi Porta N.38 denominata casa castellana

Lo stato di conservazione dei manufatti lignei

Galleria Fotografica


casa_alice_25 Manufatti lignei di pregio sono conservati nel salone del piano nobile (fig. 23, A)) e nei due ambienti voltati ad esso adiacenti (fig.23, B) e C)).
In modo specifico nel salone A) sono conservati sei portoncini intelaiati a due ante con specchiature modanate e con montanti verticali e traversa orizzontale decorati a rilievo (fig.23), mentre nei saloni adiacenti B) e C) sono conservate tre porte cui corrispondono cinque sovraporta dipinti su tela. Sempre nel salone B) è conservata una porta di dimensioni maggiori e fattura presumibilmente settecentesca che separa (senza alcuna tramezza divisoria) questo salone dal vicino salone dipinto.
fig.23: Planimetria del piano nobile

Per quanto è stato possibile constatare i portoncini del salone A) (fig.24) sono ancora funzionanti anche se non si è avuto modo di accertare il corretto meccanismo di apertura e chiusura in quanto dietro alcuni di essi è stata realizzata una tamponatura in mattoni (che divide questa dall’adiacente proprietà) che sta progressivamente collassando. Le maniglie e le toppe (o scudetto), appartenenti alla ferramenta originale e ancora conservate solo su alcuni dei portoncini, si presentano complessivamente in buono stato di conservazione (fig.25).

casa_alice_26 casa_alice_20
fig.24: Portoncini del salone fig.25: Maniglia e toppa dei portoncini

Dalla semplice analisi visiva le forme di degrado rintracciate sono riconducibili all’utilizzo passato di cere protettive che hanno provocato alterazioni cromatiche della superficie lignea con progressivo scolorimento della tinta originaria e parallelamente (specie sulle decorazioni a rilievo) sono visibili depositi compatti di colore scuro, piuttosto filamentosi (nero fumo) riconducibili all’utilizzo nel locale di camini o stufe a legna per il riscaldamento.
Non sono state, invece, individuate rotture o discontinuità tra gli elementi costitutivi tali da richiedere importanti interventi di integrazione o sostituzione.

casa_alice_21 La parte alta dei portoncini conserva un pannello sovraporta dipinto con composizioni a tema floreale (fig.26), non è stato possibile valutare l’effettiva consistenza materica di questo pannello (presumibilmente su supporto cartaceo applicato su tela), per questo motivo in via preliminare al restauro, si valuterà l’ipotesi di procedere alla realizzazione di alcuni saggi stratigrafici per testare l’eventuale presenza di una decorazione sovraporta più antica e la tecnica pittorica adottata per la realizzazione dell’attuale.
fig.26: Pannello sovraposta dipinto

Le porte dei due saloni B) e C) risultano di fattura diversa rispetto a quella dei portoncini e sono caratterizzate dalla presenza di pregevoli pannelli sovraporta, dipinti su tela e raffiguranti vedute.
Nel salone C) sono conservate tre di queste porte alle quali corrispondono quattro pannelli sopraporta: in corrispondenza di uno di questi, infatti, è stata realizzata un’apertura (attualmente coperta da una tenda) che ha sostituito l’originaria porta lignea (nella schematizzazione planimetrica pallini arancioni in ovale tratteggiato). Nel salone attiguo D) troviamo il retro di uno delle tre porte del salone C) alla quale corrisponde il quinto sovraporta e sempre in questa sala è conservata una porta in legno di dimensioni maggiori che consente il collegamento ad uno dei portoncini del salone dipinto del medesimo piano.

La porta del salone B), di fattura presumibilmente settecentesca è diversa dalle altre per le maggiori dimensioni e la particolare modanatura. La ferramenta originale, ancora conservata, si presenta in buono stato di conservazione.


Galleria Fotografica


0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »