Diagnostica: Foto IR falso colore

Il principio della tecnica diagnostica Foto IR in falso colore, consiste nell’ottenere un’immagine del dipinto escludendo la componente di luce blu e aggiungendo la componente infrarossa. Falso poiché si forma con il contributo della riflessione dalla superficie della radiazione infrarossa non percepibile all’occhio umano.

Fonte: Studio Verdi Demma: Tecnologie diagnostico-analitiche e informatiche per l’attribuzione, l’autenticazione e la valutazione economica delle opere d’arte

La riflessione all’infrarosso è diversa per superfici che noi percepiamo dello stesso colore, ecco che allora con questo metodo le zone dipinte con uno stesso colore ma di composizione chimica differente appaiono di colore diverso. Ne segue che stesure pittoriche, cromaticamente simili nel visibile, ma realizzate con pigmenti aventi diversa natura chimica, possono apparire nell’immagine a falsi colori ben differenziate se hanno un diverso comportamento spettrale nell’infrarosso. Nella realtà, però, non sempre esiste una corrispondenza biunivoca tra una sostanza o tra mescolanze (es.: pigmento) e falso colore associato.

Infatti, molto spesso materiali diversi possono dare sfumature di falso colore simili tra loro, oppure, lo stesso composto, al variare di una serie di parametri al contorno (concentrazione, purezza, provenienza, ecc.), presenta tonalità di falso colore distanti tra loro.

Ne segue che la tecnica in infrarosso falso colore non può essere considerata specifica per l’identificazione dei vari composti e pertanto integrata con altre indagini analitiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »