Pianoforte Goeury

Domanda

Buonasera,

Le mando questa mail perché stavo valutando l’acquisto di un pianoforte, del quale le allego le foto ,non essendo assolutamente in grado di dare un valore a questo strumento , che per altro m ha stregato, volevo avere un suo parere…..

m hanno detto essere dell’800,
in legno massiccio. Marca Goeury – Parigi.

Il mobile e in ottime condizioni mentre la sezione acustica, perfettamente funzionante, richiede sicuramente una revisione per poter mantenere l’accordatura a lungo.

Completo di leggio e di impianto elettrico interno per la luce sul leggio ( questa per motivi di sicurezza andrebbe revisionato).
il prezzo che m hanno chiesto è di 800 euro..

Inoltre volevo anche chiedere quali sono le caratteristiche che deve avere un buon pianoforte, quali sono le domande da fare ad un venditore, senza entrare nel tecnico ma almeno le basilari.
La ringrazio per la disponibilità e aspetto la sua risposta.
Katya

Risposta

Gentile Katia,
questo strumento è dei primissimi anni del 900, anche se lo stile della realizzzione è tipicamente ottocentesco.
Le foto non sono dettagliate ma si rileva chiaramente l’impostazione tecnica del 900.
Questo pianoforte si rifà nettamente ai molto più pregiati “Gaveau” di Parigi. La scelta e l’accostamento dei legni, il disegno delle venature ecc. ricalcano in pieno lo stile francese.

Non capisco l’affermazione “necessita di una revisione per mantenere l accordatura più a lungo”.
Attenzione su questo punto fondamentale: il somiere (responsabile della tenuta dell’accordatura) semplicemente, tiene o non tiene. Non ci sono vie di mezzo e non ci sono interventi di semplice revisione che possano far migliorare una situazione di precaria o cattiva tenuta dell’accordatura. In questo malaugurato caso occorrerebbe un restauro vero e proprio, il cui costo nel peggiore dei casi potrebbe essere alquanto oneroso.
Può fare una cosa semplicissima: alcune fotografie ravvicinate del somiere (dove sono infisse le caviglie di accordatura) su tutte le sezioni (bassi,settore centrale e acuto). Le fotografie dovrebbero comprendere interi settori, o parti di essi. Non vanno bene allo scopo immagini troppo ravvicinate che inquadrino solo poche cavigile, o troppo lontane così da non poter vedere lo stato del legno.
Essendo un somiere del tipo “a vista”, da quanto intravedo, potrei valutare con certezza se ha subìto danni (e di che tipo) opuure no.

Cordiali saluti,
Stefano Rogledi

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »