Tavolo con gambe a Rocchetto

Domanda

Buongiorno Silvia,
avrei bisogno di una consulenza relativamente ad un tavolo che ho visto ad una fiera dell’antiquariato a Lucca.
E sempre molto difficile capire se il prezzo è corretto e se il pezzo è autentico.

Notizie in mio possesso del tavolo:
tavolo in noce, dimensioni 3,50 m (lunghezza) x 85 cm (larghezza) del settecento, carlo X, le gambe centrali si possono staccare, sono incastrate con un perno. Tipico tavolo utilizzato nei conventi (informazione non rilevante credo).


Mi può aiutare a capirne il prezzo reale e se è un tavolo antico?

Grazie
Debora


Risposta

Gentile Deborah,

si tratta di un tavolo con gambe “a rocchetto” di provenienza tosco/emiliana. Questo genere di arredi sono nati nel 600 come tavoli da pranzo e spesso, quelli molto lunghi e stretti, venivano impiegati per le mense dei conventi o per famiglie molto numerose. A partire dal barocco, tavoli in questo stile hanno continuato ad essere costruiti nel 700 e durante tutto l’800, fino ai primissimi anni del 900 durante il periodo  Neorinascimentale.

Il tavolo che mi ha inviato in foto, ha il piano con una patina più chiara rispetto alla parte sottostante, ma dalla foto non e possibile distinguere bene se il piano e stato sostituito o se e il suo originale. Dal tipo di tornitura e dal modo in cui e stato costruito, vedo inoltre che si tratta di un tavolo della meta dell’800, quindi più tardo rispetto a quanto ipotizzato nella sua e-mail. Comunque rimane sempre un mobile di belle proporzioni e di interessante grandezza, costruito con un bel  noce massello che lo rende pregiato e abbastanza richiesto sul mercato antiquariale. Il suo prezzo nelle attuali condizioni di conservazione può raggiungere i 2.500 euro.
Cordiali saluti,

Silvia Fini


0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »