Tecnologie diagnostiche per la conservazione dei beni architettonici

Autore: Olimpia Niglio

Editore: Il Prato, Saonara, 2004.



Anche questo testo analizza in maniera esaustiva l’insieme delle tecniche sperimentali distruttive e non distruttive che possono essere utilizzate a scopi diagnostici.
Interessante la sezione dedicata ai “Progetti diagnostici e alle esperienze operative”  dove è indicata un’ampia casistica di casi emblematici che si possono incontrare durante gli interventi di restauro, mediante semplici griglie è associata ad ogni tipologia (es. muratura verticale) una applicazione (rilievo della tessitura muraria e degli spessori mediante endoscopia) e quindi


0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »