Scrivania Ottocentesca

Domanda

Gentile Sig.ra Fini,
mi farebbe piacere avere un suo parere sulla scrivania oggetto delle foto che troverà in allegato. Per quello che mi è stato detto la scrivania dovrebbe essere Ligure ed appartenere alla seconda meta dell’800.

Le sarei grato se potesse anche ipotizzare una stima del suo valore di mercato.
Durante il restauro in accordo con il restauratore si è pensato di sostituire la pelle (purtroppo non più utilizzabile) con un piano in cristallo poggiato sul piano originale (leggermente ribassato) rivestito con un panno verde.


Questa soluzione è da ritenersi provvisoria, a breve vorrei ripristinare il piano nella sua forma originaria.
Che ne pensa?

grazie mille. Andrea

Risposta

Egr. sig. Andrea,


si tratta di una bellissima scrivania ottocentesca in stile Eclettico, risalente attorno al 1870-80 circa. La provenienza potrebbe essere ligure in quanto la lavorazione a ricciolo della “ciabatta”  ed il leggero
intarsio, mi ricordano un poco i modelli francesi…ma non ha molta importanza.

Si tratta veramente di un mobile di buone proporzioni ed indiscussa eleganza. La particolarita che fa salire il suo valore e quella di essere una scrivania da centro: cioe utilizzabile da entrambi i lati. Anche la leggera inclinazione del piano, tipica dei modelli di questo periodo, ne aumenta l’apprezzamento sul mercato antiquario. Per quanto riguarda il restauro sul piano di scrittura, va benissimo la soluzione temporanea che ha deciso di adottare in quanto non toglie ne modifica nulla del mobile…ma se in seguito vorra tappezzarlo nuovamente col cuoio, il mobile riacquistera   la sua struttura e sicuramente molta della sua personalita originaria.

L unica cosa che le suggerisco, ma puo naturalmente decidere per comodita di non intervenire, e di togliere quelle grosse maniglie a mezza luna, che sono piu recenti e non hanno nulla a che vedere con la scrivania. Il suoi cassetti in origine, si aprivano tutti con la chiave (come quelli superiori) e non portava maniglie. Probabilmente in seguito, dato il peso dei cassetti piu grandi, si e deciso di non utilizzare piu le serrature per l’apertura. Cio   e stato un bene in quanto i mobili che non hanno maniglie per l’apertura dei cassetti, ci giungono spesso con bocchette e serrature distrutti dall’usura.
Per quanto concerne il valore, data la grande richiesta di questi mobili, potrebbe spuntare anche 3.500 Euro.

Cordiali saluti,


Silvia Fini

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »